Connettiti con noi

Hanno Detto

Avvocato Paniz: «Superlega? Ceferin non ha capito una cosa importante»

Pubblicato

su

L’avvocato Maurizio Paniz ha parlato a tutto tondo delle ultime questioni che stanno interessando la Juve, dalla Superlega al mercato

Intervenuto oggi ai microfoni di Radio Bianconera, l’avvocato Maurizio Paniz, grande tifoso bianconero, ha parlato di varie questioni riguardanti la Juve, dallo scoop de La Verità alla Superlega.

SCOOP DE LA VERITA’ – «Lo scoop de La Verità? Non mi sorprende il tempismo, siamo abituati. Appena la Juve si rimette in carreggiata dopo un momento di sbandamento arriva l’attacco. Sono comunque tranquillo e per nulla sorpreso. Una risposta legale della Juventus? Io sono dell’idea che più si tace e meglio è, quando si ha a che fare con la giustizia parlare può essere controproducente. Poi quando ci saranno le indagini e verrà fuori un nulla di fatto allora si darà una risposta».

SUPERLEGA – «Io credo che Ceferin non abbia capito dove sta andando a finire questa questione. In ogni ambito esiste la concorrenza e in questo momento nel calcio non c’è, c’è un organo che fa il bello e il cattivo tempo. Ceferin deve capire che il calcio ha bisogno della concorrenza, del libero mercato utilizzato in chiave positiva. Sono le grandissime società che portano gran parte delle risorse e con queste bisogna fare i conti. Chi più produce ha più diritto di avere. Ceferin deve fare un bagno d’umiltà e capire bene le problematiche che ci sono. Anche certe offese di carattere personale secondo me sono inopportune, chi è al vertice deve sapere quando è il momento di tacere».

PROBLEMA PORTIERE – «La Juve non l’ha mai avuto, i portieri della Juve hanno sempre fatto la storia. Indubbiamente ora c’è un’opportunità che si chiama Donnarumma, che potrebbe coprire la porta della Juve per 10-15 anni. La Juve ha comunque un altro buon portiere che è Szczesny, quindi senza allarmi bisogna trovare una soluzione che possa soddisfare tutti».

CRISTIANO RONALDO –  «Il problema di Cristiano Ronaldo non è Allegri che è intelligente e sa che se ha un grande giocatore deve utilizzarlo al meglio. CR7 ha un contratto molto significativo e l’Italia ha una tassazione favorevole, quindi non è facile trovare una destinazione. Inoltre il giocatore ha avuto un effetto benefico per la squadra dal punto di vista imprenditoriale ed economico. Io penso sia probabile che rimanga, ma se ci saranno opportunità diverse allora bisogna dirgli grazie e andare avanti».

MERCATO –  «A me piacciono i giocatori che crescono nella rosa, non andrei a cercarne altri. Io sogno che restino a lungo in rosa giocatori come De Ligt. Barella ad esempio è un giocatore di grandissima caratura, ma non ha senso dire di volerlo andare a prendere. Non lo sogno nella Juve, io sogno i nuovi Del Piero, Marchisio e Buffon».