Balzarini a RBN: «Sento ancora circolare il nome di Guardiola alla Juve, ma…»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Gianni Balzarini, giornalista di Sportmediaset, ha rilasciato alcune dichiarazioni sui temi d’attualità in casa Juve

Ai microfoni di Radio Bianconera, durante la trasmissione Stile Juventus, è intervenuto il giornalista di Sportmediaset Gianni Balzarini. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

NAPOLI JUVE – «L’equilibrio ci vuole sicuramente perché i bilanci vanno fatti a fine stagione, ci sono ancora due obiettivi in ballo per la Juventus dove è ampiamente in corsa, poi si potrà trarre una conclusione. Sicuramente le ultime partite non hanno confermato certe aspettative, si è avuto il confronto tra due filosofie opposte, quella che c’era prima dove si pensava soprattutto a vincere, anche in maniera sporca, e una nuova filosofia diversa, che prevede che siano gli altri ad adattarsi a te. Dispiace perdere una Coppa Italia, immagino sia Sarri il primo dispiaciuto, ma se deve servire per vincere successivamente è giusto mettere da parte la coppa. Prima magari si pensava prima a portare a casa la Coppa Italia e poi al resto».

SARRI ALLEGRI –«Sappiamo che Agnelli era molto attaccato ad Allegri anche dal punto di vista umano, poi è chiaro che non potendo far valere un’esperienza tecnica rispetto a Paratici e a Nedved ha lasciato carta bianca a loro sulla scelta di Sarri. Sui social poi a quei tempi c’era un gioco al massacro su Allegri, per uno che aveva vinto undici trofei. Sono molto deluso per i risultati, sicuramente ragionando di pancia direi che era meglio Allegri, poi è chiaro che Sarri adesso deve centrare almeno uno dei due obiettivi che restano, se non ne vince nessuno la sua panchina andrebbe in discussione. O forse lo è già. La Juventus purtroppo anni sabbatici non se li può permettere».

SOSTITUTO SARRI – «Allegri non tornerà mai, o almeno non a certe condizioni. Non potrebbe anche solo per un fatto di orgoglio. È difficile trovare un’alternativa, la Juventus aveva rimesso gli occhi su Simone Inzaghi che però ha rinnovato o sta rinnovando con la Lazio. Sento ancora circolare il nome di Guardiola, ma lasciamo perdere la fantascienza. L’equilibrio però ci obbliga moralmente ad aspettare la fine della stagione, il primo a fare un bilancio sarà il presidente».

Condividi