Connettiti con noi

News

Bernardeschi e quell’ultima spiaggia: Euro2020 per (ri)conquistare la Juve?

Pubblicato

su

Federico Bernardeschi, chiamato da Mancini per Euro 2020 nonostante una stagione non brillante, ha ora una chance importante per riprendersi la Juve

Una stagione da dimenticare che però non ha condizionato le decisioni del ct Mancini. In Nazionale Federico Bernardeschi ha sempre fatto bene: in 30 presenze in maglia azzurra ha messo a segno 6 gol e fornito 4 assist. Numeri importanti soprattutto sotto la gestione di Roberto Mancini: con lui 17 presenze, 5 gol e 3 assist. Un bottino niente male se confrontato con quello del club: alla Juve, infatti, scarseggiano le presenze così come le reti e i passaggi vincenti. Basti pensare che in questa stagione appena conclusa, il numero 33 ha giocato solamente 1445 minuti e fornito 3 assist, senza segnare mai.

Portare Bernardeschi in Nazionale nonostante la brutta stagione con il club non ha risparmiato le critiche al Ct. C’è chi gli avrebbe preferito Politano, chi invece, sperava di veder lui fuori al posto di Moise Kean, escluso per primo dalla lista dei 33. A convincere il Ct, però, non è stata la prova (seppur buona) del bianconero contro San Marino, bensì il percorso di tre anni fatto sotto la sua gestione. Quando chiamato in causa, infatti, l’esterno ha sempre risposto “presente”, dimostrando di tenere molto alla maglia azzurra.

E non è un caso che, proprio dopo l’amichevole contro il San Marino, il numero 33 abbia rilasciato dichiarazioni che hanno fatto discutere e non poco: «Io ringrazio il mister che mi ha sempre dato fiducia ho cercato di ripagarlo, io mi diverto qui, per me è fondamentale. Quando mi diverto gioco bene. Qui rischio la giocata e alla Juve no? Perché qua me la fanno rischiare, molto semplice. La qualità è altissima, devo dire che quando hai tantissimi ragazzi di questa qualità non è facile. Siamo bravi da due anni, qui siamo a casa. Il gruppo è sano, è vivo, va dato merito al suo staff». Una frecciatina a Pirlo, come interpreta da molti? Possibile.

Euro 2020 per conquistare Allegri e la Juve

La rassegna europea sarà l’ultima spiaggia per conquistare Allegri e la Juve. Euro 2020 per Federico Bernardeschi avrà una doppia valenza: l’importanza per la Nazionale e per la Nazione è chiara ed evidente, ma sarà fondamentale anche per decidere il suo futuro nel club. Con Allegri, Bernardeschi ha fatto piuttosto bene e rincontrarlo in bianconero sarebbe per lui un sogno, come ha fatto sapere lui stesso: «Sono tanto felice e spero di godermi ancora il mister, lo voglio davvero, è quello che cerco di fare. Sono felice che ritorna, è sempre stato un grande».

La conferma alla Juve, però, passa proprio per la competizione. Un buon Europeo potrebbe convincere Allegri a puntare ancora su di lui e magari a salutare Aaron Ramsey. Una cosa è chiara: la stagione appena conclusa è stata deludente sotto ogni punto di vista e se vuole sperare di essere ancora protagonista in bianconero, Bernardeschi non dovrà lasciare niente di intentato in maglia azzurra. La (doppia) sfida è servita.

Continua a leggere
Advertisement