Bologna-Juve: le tre cose che non hai notato

© foto Twitter

Bologna Juve: le tre cose che non hai notato della gara del Dall’Ara. Gli episodi più curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Bologna-Juve: le tre cose che non hai notato. Il ritorno al successo dei bianconeri nasconde anche qualche curiosità. Tre episodi sfuggiti all’attenzione dei più.

1. Matuidi rovescio

La tensione pre gara è forse superiore a quella dei giorni trascorsi in casa con la paura delle conseguenze del COVID. Blaise esce dagli spogliatoi e si accomoda in panca, con la mascherina al contrario.

2. Sarri in mascherina

Anche il tecnico bianconero si presenta sul terreno di gioco del Dall’Ara con tanto di mascherina griffata Juve, per la prima volta. Poi, un attimo prima del fischio d’inizio, via tutto: carta, penna e appunti.

3. Beoni e non Fabris

Il silenzio dello stadio favorisce l’acustica. Rocchi a un certo punto sente le proteste dalla panchina della Juve, ferma tutto e si avvicina: rosso diretto all’indirizzo di Beoni che siede alle spalle di Fabris. Per un attimo trema anche il team manager bianconero.

Condividi