La rivelazione: «Barbieri-Juventus scelta giusta, senza l’U23 sarebbe stato diverso»

© foto www.imagephotoagency.it

Tommaso Barbieri sta per diventare un nuovo giocatore della Juventus U23. Intervista a Mauro Borghetti, uno che lo conosce bene

Mauro Borghetti, ex responsabile del settore giovanile del Novara, ha parlato ai microfoni di Sprint e Sport, commentando il trasferimento di Tommaso Barbieri alla Juventus. Ecco le sue parole.

LA CRESCITA – «È sempre stato ritenuto di buona prospettiva, a Novara c’era molta considerazione delle sue potenzialità. Sta dimostrando di meritare tutto: la fiducia risposta in lui ha sicuramente fatto la differenza. Tommaso è stato poi abile a sfruttare le opportunità: Berretti senza mai giocare, Prima Squadra, Mondiale Under 17, esordio, titolarità e gol decisivo in C e adesso Juve. Un sogno…».

LA JUVE – «A livello di fascia di squadra è stata fatta la scelta migliore in quanto la Juventus offre una categoria che permette a Tommaso di dare continuità al lavoro di quest’anno, con l’opportunità di allenarsi con i grandi campioni della Prima Squadra. Allo stesso tempo non rischia di fare passi indietro rimanendo in Primavera».

LE OFFERTE – «Esisteva la possibilità di andare all’Atletico Madrid. Penso che aver optato per la soluzione italiana sia stata però la scelta ideale. Si sarebbe adattato anche in Spagna, ma rimanendo qua non penso si sia limitato per il futuro. Certo, l’Atletico ha una squadra B che milita nella terza divisione se non l’avesse avuta la Juve probabilmente sarebbe stato un altro discorso».

LEGGI ANCHE: Barbieri al J Medical: visite mediche per il terzino classe 2002 con la Juventus

Condividi