Buffon, di padre in figlio: il portiere sfida le generazioni

© foto Twitter Match Of The Day

Federico Chiesa è stato il colpo conclusivo del calciomercato della Juventus: giocherà con Buffon, come suo padre Enrico

La carriera di Gianluigi Buffon è uno delle più longeve nella storia del calcio. Il leggendario portiere ha iniziato a muovere i primi passi in Serie A nel Parma di Nevio Scala nel 1995 complice l’infortunio del titolare Luca Bucci. Un Buffon 17enne faceva mostra del suo talento contro il Milan di Fabio Capello, con Roberto Baggio e George Weah in attacco. Un esordio che fece capire a tutti di cosa si stava parlando: Buffon incantò gli appassionati del calcio italiano chiudendo con la porta inviolata. La settimana seguente il primo gol incassato con in Serie A: “colpa” della Juventus e di Ciro Ferrara. Una carriera lunga 25 anni, con record infranti e trofei alzati al cielo e tanti momenti indelebili nella storia della Serie A tra i pali di una porta. Nei 25 anni (1 all’estero col Psg) di carriera, Buffon ha avuto il singolare privilegio di affrontare calciatori fortissimi e data la sua longevità, anche i figli dei suddetti (è il caso di Kluivert e Simeone), diventandone anche compagno di squadra.

I Chiesa: da Enrico a Federico, avversario e compagno di squadra

chiesa juve pirlo
Twitter FC Juventus

Federico Chiesa chiude un ideale uno-due col papà Enrico nei confronti di Buffon. Il neo acquisto della Juventus, numero 22 per lui in bianconero, trova Gigi Buffon nel ruolo di secondo portiere. Buffon è stato compagno di squadra di papà Enrico al Parma, nelle stagioni dal 1996 al 1999 che hanno visto i ducali alzare al cielo di Mosca la Coppa Uefa. Buffon, dunque, ha prima affrontato Federico Chiesa alla Fiorentina (tenendolo a battesimo nell’esordio contro la Juve il 20/08/2016) ed ora, dopo la Nazionale, lo avrà al suo fianco per tentare la scalata in Italia e in Europa.

Thuram: compagno del papà difensore, avversario del figlio attaccantethuram

La storia di Buffon con la famiglia Thuram mette le proprie radici sempre nelle stagioni al Parma. Buffon, infatti, è compagno di Lilian in quelle bellissime stagioni in maglia gialloblù con Alberto Malesani in panchina. Nell’estate del 2001 Thuram e Buffon passarono insieme dal Parma alla Juventus per un totale di 88 milioni di euro, dopo l’addio ai bianconeri di Zinedine Zidane. Insieme Buffon e Thuram hanno disputato 372 partite dal 1996 al 2006 ma sono stati anche avversari in una notte dal dolce sapore per noi italiani: la finale dei Mondiali 2006 tra Francia e Italia a Berlino, conclusasi con la coppa del mondo tra le braccia di Cannavaro. Buffon ha dunque affrontato Marcos Thuram, figlio dell’ex difensore, in Francia: l’attaccante classe 1997 militava nel Guingamp e il doppio scontro in Ligue 1 si concluse con un netto 12-1 per il portiere (3-0 all’andata e 9-1 al ritorno).

Weah: papà George mai in gol contro Buffon, compagno di Timothy

George Weah ha affascinato le platee italiane nella sua brillante carriera al Milan. Il Pallone d’Oro 1995 ha seminato il panico nelle difese della nostra Serie A con una velocità abbinata alla tecnica ammirata poche volte fino ad allora. Nel suo passaggio in Serie A, Weah ha messo a segno 48 reti, ma nessuna di queste è stata segnata a Buffon. L’attaccante liberiano dunque non ha mai bucato la rete protetta dal futuro compagno di squadra di Timothy Weah, al Psg insieme a Buffon nell’unica stagione del portiere lontano dall’Italia, ovvero 2018/2019.

Dinastia Maldini: i record di Paolo battuti e la maglia di Daniel

Paolo Maldini e Gigi Buffon sono stati avversari in tante lotte all’ultima giornata tra Juventus e Milan per la conquista dello Scudetto. I due sono anche, se non soprattutto, i componenti di una delle linee difensive più forti della storia della Nazionale italiana, con Cannavaro, Nesta e Zambrotta a chiudere il reparto. Buffon, contro il Torino nella scorsa stagione, ha battuto il record di presenze in Serie A appartenente precedentemente a Paolo Maldini: 648 gettoni per il portiere della Juventus che qualche mese prima aveva scambiato la maglia con Daniel Maldini, figlio dell’ex difensore, in occasione di Milan-Juventus, andata delle semifinali di Coppa Italia.

LEGGI ANCHE: Età media Juve: ringiovanimento a caccia delle big d’Europa

Condividi