Calcio femminile, primo comunicato della Figc: tutto su Serie A e B

© foto www.imagephotoagency.it

La Figc ha emesso il primo comunicato sulla Divisione Calcio femminile confermando quanto pubblicato dalla LND a marzo 2017

Il primo comunicato della Figc sulla Divisione Calcio femminile ha ricalcato quanto già comunicato dalla LND a marzo 2017. I prossimi campionati di Serie A e B saranno formati da un girone unico a 12 squadre. Entrando nello specifico del prossimo torneo di A, le gare si disputeranno il sabato alle ore 15 con la prima giornata in programma il 15 settembre 2018 e l’ultima fissata per il 20 aprile 2019. L’ultimo turno potrebbe però essere spostato al 24 aprile 2019 qualora almeno una squadra tra Juventus e Fiorentina dovesse qualificarsi alle semifinali della Women Champions League. Il campionato di Serie B comincerà invece il 14 ottobre 2018 e terminerà il 28 aprile 2019.

Le ultime due squadre in classifica della Serie A retrocederanno in B, mentre le prime due della serie cadetta saranno promosse nella massima divisione. Le ultime due classificate in B scenderanno direttamente nel campionato Interregionale, mentre la terzultima e la quartultima affronteranno degli spareggi con le perdenti il play off nella categoria inferiore.

Dal comunicato poi emergono tutti i dettagli sui criteri di partecipazione da parte delle calciatrici. Per poter giocare nel campionato di Serie A e B occorre aver compiuto 16 anni, inoltre, in ogni partita, delle diciotto giocatrici in distinta almeno undici dovranno essere state tesserate per un periodo, anche non cumulativo, di quarantotto mesi entro il ventitreesimo anno di età (o la fine della stagione sportiva nella quale hanno compiuto ventitré anni) oppure, se nate entro l’anno 1999, tesserate per società affiliate alla Figc fin dal loro primo tesseramento. Nel caso in cui una squadra non presenta in distinta undici calciatrici con questi requisiti, tale formazione subirà la sconfitta a tavolino con il punteggio di 0-3. Capitolo sostituzioni: in Serie A sono previste al massimo tre sostituzioni per club a gara mentre nel campionato cadetto ciascuna formazione avrà a disposizione cinque cambi a partita.

Novità, infine, anche per quanto riguarda gli arbitri: le terne impegnate nei campionati di A e B femminili apparterranno alla Can D, quindi dirigeranno anche gare della serie D maschile. Serie A 2018/20.

Articolo precedente
monchiMonchi come Di Francesco: «CR7 alla Juve? Bene per il calcio italiano. Su Florenzi…»
Prossimo articolo
CR7 alla Juventus: la frenesia stimola la fantasia. Ecco quando arriverà – VIDEO