Calciomercato, da Immobile a Rovella: asse sempre caldissimo tra Juve e Genoa

Iscriviti
© foto Rovella in azione

Diverse le trattative di calciomercato che hanno visto protagoniste negli ultimi anni Juve e Genoa, stasera in campo nel match degli ottavi di Coppa Italia

Juventus e Genoa: partner in affari. Stasera avversarie in campo nel match di Coppa Italia, sul calciomercato invece protagoniste di diverse trattative nel corso degli ultimi anni. Rovella, Scamacca e Shomudorov saranno gli osservati speciali della dirigenza bianconera nell’incrocio dell’Allianz Stadium, mentre l’ex Pjaca cercherà di tirare un brutto scherzo alla ‘Vecchia ‘Signora’. L’attaccante croato è in prestito in Liguria, al pari di Sturaro e Perin che però non saranno a disposizione di Ballardini per infortunio. L’ultimo maxi affare in ordine di tempo è quello che porterà Nicolò Rovella al trasferimento nel club campione d’Italia, con Portanova e Petrelli pronti a fare invece il percorso inverso. 

Rovella e Portanova hanno sostenuto le rituali visite al J-Medical nella giornata di lunedì e, in attesa degli annunci ufficiali, resteranno per il momento a disposizione rispettivamente di Ballardini e Pirlo. Il classe 2001 lo farà almeno fino al termine della stagione secondo i patti stipulati tra le due società, mentre il figlio d’arte già dopo la gara di stasera potrebbe salutare Torino. Rovella costerà alle casse bianconere circa 10 milioni di euro, mentre Portanova sarà valutato intorno ai 7 milioni. Nell’operazione rientrerà anche Elia Petrelli: è vicina la fumata bianca (3,5 milioni il costo del cartellino) per l’attuale centravanti dell’Under 23 della Juve che poi sarà girato in prestito ad una formazione di Serie B, con Cremonese e Virtus Entella in prima fila.

Calciomercato Juve-Genoa, Scamacca e Shomurodov osservati speciali

Scamacca

Un asse che resta caldissimo tra Juventus e Genoa sul mercato e che prossimamente potrebbe vedere nuovi sviluppi già nell’attuale finestra del calciomercato. Un altro prospetto nei radar di Paratici e Cherubini è Gianluca Scamacca, a titolo temporaneo sotto la Lanterna ma di proprietà del Sassuolo. Nelle ultime ore si è registrata una frenata per l’attaccante della nazionale Under 21, già la scorsa estate nelle valutazioni della dirigenza della Continassa nel reparto d’attacco. Complicato al momento trovare una quadra con il Sassuolo che non vorrebbe aprire alla cessione in prestito di Scamacca, mentre dall’altro lato la Juve non è convinta di sacrificare sull’altare della trattativa Dragusin, profilo che piace al Dg neroverde Carnevali. 

E’ invece di proprietà del Genoa Eldor Shomurodov, attaccante rivelazione del campionato di Serie A con la maglia dei Grifoni. Il nazionale uzbeko è finito sotto la lente d’ingrandimento degli uomini mercato della ‘Vecchia Signora’, che lo hanno seguito con attenzione negli ultimi tempi. La valutazione del cartellino di Shomorudov è schizzata intorno ai 15 milioni di euro, con il Genoa che vorrebbe comunque trattenerlo fino al termine della stagione. Alla Juve stanno facendo delle valutazioni sul giocatore, con la società campione d’Italia che potrebbe rimandare l’offensiva alla prossima estate soprattutto se il classe ’95 continuerà a mettersi in mostra alla corte di Ballardini.

Juve-Genoa: quanti affari sul calciomercato!

Criscito

Nel corso degli ultimi anni sono stati comunque diverse le trattative concluse sulla Torino-Genova. La scorsa estate il Genoa ha accolto in prestito dai bianconeri Marko Pjaca, che dopo un buono impatto sta trovando adesso meno spazio dopo l’esplosione di Shomurodov e la vena ritrovata di Destro. Sempre nella scorsa finestra di mercato i due club hanno prolungato la cessione a titolo temporaneo in Liguria di Mattia Perin, oltre a raggiungere l’accordo per il prestito secco di Luca Pellegrini, prima parcheggiato al Cagliari. Nel 2019 era stata la volta di Romero, acquistato per 26 milioni di euro dalla Juve e lasciato al Genoa, con il difensore argentino ceduto poi nei mesi scorsi all’Atalanta in prestito biennale con diritto di riscatto. Sempre ad inizio 2019 si era registrato il ritorno a Genova di Sturaro, che i bianconeri prelevarono dai Grifoni quattro anni prima.

Nell’estate dello stesso anno il sodalizio di Preziosi riscatta Favilli, che i rossoblu avevano acquisito nel 2018 in prestito biennale. Nel 2017 la Juventus aveva ceduto al Genoa Rincon, l’anno prima a fare il percorso inverso era stato invece Mandragora con i torinesi che sborsarono una cifra vicina ai 9 milioni di euro. Nel 2014 le due squadre chiudono il doppio prestito in Liguria di Motta e De Ceglie. Un nome eccellente sull’asse Juve-Genoa è quello di Ciro Immobile, con i Grifoni che nel 2012 rilevano la comproprietà dell’attuale bomber della Lazio. L’anno successivo i bianconeri si riprendono interamente l’attaccante per meno di 3 milioni. Infine, nel 2010, il Genoa risolve in proprio favore la comproprietà di Criscito, bandiera e capitano dei rossoblu, che stasera sarà molto probabilmente in campo nel trio difensivo di Ballardini.  

LEGGI ANCHE: Scamacca osservato da Paratici: il Genoa, la Juve e il Sassuolo di mezzo

Condividi