Caldara, esame superato: è un difensore da Juve

caldara
© foto www.imagephotoagency.it

A partire dalla prossima stagione, la Juventus potrà godersi le prestazioni in bianconero dell’attuale difensore dell’Atalanta

Il cartellino di Mattia Caldara appartiene alla Juventus dal 12 gennaio 2016. Alla luce delle ottime prestazioni disputate nella prima metà di stagione scorsa con l’Atalanta, infatti, la Signora ha messo gli occhi su di lui, l’ha acquistato spendendo ben 15 milioni di euro ma ha scelto di lasciarlo crescere in terra bergamasca fino 30 al giugno 2018.

EREDE DI BARZAGLI – A giudicare dalla crescita che sta mostrando il difensore anche in quest’ultimo periodo, la decisione presa dai vertici bianconeri sembra essere stata corretta: il centrale classe ’94, infatti, sta confermando di essere uno dei giocatori con il rendimento più alto nel suo ruolo in Serie A e l’esame contro la Juventus di domenica scorsa l’ha superato a pieni voti. Oltre alla rete con cui ha accorciato le distanze, infatti, Caldara ha giocato una partita solida, attenta e con praticamente nessuna sbavatura contro due attaccanti avversari dal calibro di Dybala e Higuain. Il difensore atalantino, dunque, è pronto a vestire il bianconero ed a prendere le redini di Andrea Barzagli, giocatore di cui ne è l’erede designato ma con cui non condivide la statistica relativa alle reti segnate: tale confronto, infatti, vede il netto vantaggio Caldara il quale, dopo i sette gol messi a segno nello scorso di campionato, ne ha già segnati due in appena cinque partite giocato quest’anno.