Connettiti con noi

Hanno Detto

Camoranesi: «Di Maria perfetto per Allegri. La Juve lotterà per lo scudetto»

Pubblicato

su

Camoranesi: «Di Maria perfetto per Allegri. La Juve lotterà per lo scudetto» ha detto ai microfoni della Gazzetta dello Sport

Mauro Camoranesi è intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Di seguito le dichiarazioni dell’ex Juventus.

ALLENARE IN ITALIA – «Mi piacerebbe, ma ancora nessuno si è fatto vivo. Più che il campionato però sono interessato al progetto, vorrei un club dove poter lavorare bene. Il compito principale di un allenatore è valorizzare i giocatori che hai a disposizione».

CALCIO – «Di base sono per un calcio propositivo, ma bisogna sapersi calare nella realtà in cui ci si trova e fare di necessità virtù. Con i soldi è tutto più facile, ma solo l’1% delle società può permettersi di spendere. Io punto a recuperare palla nella metà campo avversaria per avere meno manovra ed essere più pericoloso. Logico che più hai giocatori di qualità più puoi variare il gioco. In ogni caso non esiste una sola strada per vincere: il Real Madrid ha vinto 4 Champions proponendo un calcio diverso. Con i campioni si può fare qualsiasi cosa».

ITALIA – «In azzurro vedo tanti ragazzi che messi in un contesto di ordine possono raggiungere grandi obiettivi, come è successo appunto all’Europeo. A livello individuale vedo pochi giocatori di talento. Basta pensare che la squadra che ha vinto il campionato in Italia, il Milan, non ha superato il girone di qualificazione in Champions e con 30 punti raggiungi la salvezza in Serie A. L’Italia resta competitiva e l’esclusione dal Mondiale è un fatto episodico, legato a una sola partita. A livello collettivo funzioniamo, a livello individuale non sempre il confronto regge: ho visto la partita con l’Argentina e i valori erano decisamente differenti».

DI MARIA – «Non mi piace parlare di giocatori che non hanno ancora firmato, però posso dire che per il tipo di gioco che propone la Juventus oggi, che ripiega e recuperare palla per poi ripartire, puntando molto sul contropiede, uno come lui, che parte da centrocampo e che ha ancora una velocità adeguata per il nostro campionato, può essere una buona soluzione. Di Maria ha qualità. Segna e sa anche far segnare».

ESTERNI NEL MIRINO – «Sì perché per quello che chiede Allegri ai suoi servono giocatori che sappiano fare duelli sulle fasce, che siano in grado difendere e di attaccare. A parte Cuadrado, in questo momento la Juve non ha altri giocatori con queste caratteristiche. Juan è l’esterno più forte del nostro campionato. Gli invidio la velocità, ha fantasia e tiro e sa fare cross. Un esterno deve saper sorprendere l’avversario e lui ci riesce benissimo».

CHIESA – «Mi piace molto, in un anno ha fatto tanto, una buona prima stagione nella Juventus, anche se non è stato tanto regolare per colpa degli infortuni, e un ottimo Europeo. Adesso però deve mantenere le aspettative». 

FAVORITA – «Dico il Milan, perché ha una squadra giovane che ha imparato bene a fare le cose semplici e comunque mantiene ancora un appeal in Europa grazie ai successi del passato che le altre squadre non hanno. Però non lo vedo un gap così netto con Inter e Juventus. È stato un campionato equilibrato e lo scudetto rossonero è arrivato alla fine di un percorso importante, io credo che bianconeri e nerazzurri la prossima stagione partiranno per contendergli il tricolore».

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.