Carraro: «Mercoledì l’assemblea dovrà decidere in via definitiva»

carraro
© foto www.imagephotoagency.it

Carraro: «Mercoledì l’assemblea dovrà decidere in via definitiva». L’ex presidente della FIGC e del Coni sull’argomento rinvii

Franco Carraro, ex presidente della FIGC e del Coni, ha parlato della questione rinvii per via del Coronavirus ai microfoni di Radio Sportiva.

CORONAVIRUS«Situazioni delicate ce ne sono state, come la morte del Papa, ma sempre limitate, mentre questo è un fenomeno di dimensioni molto vaste che è in evolversi e della sua evoluzione non sanno nulla neanche i medici. Bisogna essere molto tolleranti in questa situazione, quello che è successo la settimana scorsa non deve stupire: ci sta nella vita di cambiare decisione dal giovedì al sabato, ma mercoledì prossimo l’assemblea di lega dovrà decidere in via definitiva. La soluzione più logica è che le partite si giochino sempre e che poi le autorità di pubblica sicurezza stabiliscano se a porte aperte o a porte chiuse: non c’è dubbio che il fatto che il pubblico venga meno sia brutto e crei uno svantaggio, ma siccome questo fenomeno non si fermerà l’8 marzo, bisogna stabilire un principio e a chi tocca tocca. Dire che il campionato è falsato è un errore, dimentichiamo quello che è successo fino a ieri e da oggi si preparino alla decisione di mercoledì: se all’unanimità meglio altrimenti a maggioranza, ma quando hanno deciso, su quel piano si deve andare avanti. A capo della Lega ci sono due persone di qualità come De Siervo e Dal Pino che sanno tutto di come valorizzare il prodotto, ma non hanno mai vissuto un’esperienza in una società come organizzatori del prodotto. Non sono preoccupato per le Olimpiadi che hanno una fortuna: si svolgeranno al caldo e dicono tutti che gli effetti del virus al caldo si attenuano. Se fossero in discussione le Olimpiadi sarebbe in discussione nel mondo anche qualcosa di più serio delle Olimpiadi».

Condividi