Cavani e Quagliarella: «Higuain non patirà il San Paolo»

higuain
© foto Ph.Massimo Pinca

Due grandi ex napoletani come Cavani e Quagliarella sono stati fischiati al ritorno da avversari e non hanno dubbi che la tifoseria partenopea faccia lo stesso con il Pipita

Napoli è una piazza calda, che vive il calcio a 360% e che non perdona i giocatori da cui si è sentita tradita. In passato, infatti, tanti calciatori che hanno vestito ed onorato la maglia del Napoli ma che poi, per un motivo o per l’altro, sono andati a giocare altrove, sono stati bombardati di fischi dalla tifoseria del San Paolo. Cavani e Quagliarella sono soltanto due dal “Core ingrato” e tra le pagine odierne del Corriere della Sera si legge come entrambi abbiano patito il ritorno al San Paolo. Specialmente El Matador: «Tornai al San Paolo nell’estate del 2013 con la maglia del Psg e i fischi che mi rivolsero mi mortificarono: amo Napoli e i miei figli vivono lì, quindi non me li aspettavo, mentre a differenza mia Higuain sa già come lo accoglieranno i napoletani e pertanto si farà trovare pronto». Anche Quagliarella è dello stesso avviso: «Non penso che a Higuain faccia effetto il San Paolo, perché non è nato lì. Per me, invece, il ritorno a Napoli fu traumatico: vestivo la maglia del Torino e andai a battere un rigore contro un curva di tifosi azzurri inferocita nei miei confronti».

Articolo precedente
infortunio pjacaIl medico della Croazia spaventa la Juve: «Pjaca al 45% non tornerà come prima»
Prossimo articolo
alex meretJuve, a chi l’eredità di Buffon? Pronto il duello Meret-Donnarumma