Connettiti con noi

Hanno Detto

Chiambretti: «La Juve è sempre la Juve. Derby? Accorciamo le partite!»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Piero Chiambretti, noto tifoso del Torino, è intervenuto dal Salone del Libro per parlare di Juve e non solo

(Marco Baridon inviato al Salone del Libro di Torino) – Piero Chiambretti, noto volto televisivo e tifosissimo del Torino, ha parlato al Salone del Libro.

Le sue dichiarazioni sulla Juve e non solo.

DERBY – «Il derby di Torino ha portato quello che sappiamo, cioè che la Juve, negli ultimi 5 minuti, o vince o pareggia le partite col Torino. O prendiamo provvedimenti o chiediamo alla Federcalcio di accorciare le partite così almeno forse dopo tanti anni riusciamo a portare a casa un risultato che quasi sempre meritiamo, ma poi torniamo a bocca asciutta».

SPIRITO TORINO – «E’ tornato, adesso devono tornare anche i risultati che, come in ogni vicenda della vita, fanno la differenza. Come dice Allegri, se volete divertirvi andate al circo. Per lui il calcio è solo risultati. Probabilmente ha ragione».

ALLEGRI – «L’allenatore della Juve è tra i migliori che ci sono in circolazione. Ha le messo mani avanti già tempo fa e diceva che lo spettacolo che il Torino nelle ultime paratite ha mostrato, non basta».

CHIELLINI – «E’ un grande calciatore. La differenza tra Torino e Juventus è netta, ma io non sono di quelli che non parla di uno juventino perchè juventino. Ho sempre detto che giochiamo lo stesso campionato, ma su pianeti diversi. Spero che il Torino stia sulla parte sinistra della classifica. I tifosi del Torino sono molto pazienti, sono 15 anni che aspettiamo di vincere qualcosa e non abbiamo vinto nulla».

CAMPIONATO – «Sto vedendo un bel campionato perché le sorelle sono diventate tante, c’è anche qualche zia e forse qualche nonna perchè potrebbe entrare in gioco qualcuno che in questo momento neanche immaginiamo. C’è sempre ogni anno un outsider inaspettata che magari arriva dalla B e poi gioca un campionato strepitoso. Da osservatore e conduttore sono ben lieto che le squadre che combattono sono tante».

JUVE – «E’ partita malissimo, ma la statistica ci dice che con Allegri qualche anno fa partì più o meno allo stesso modo e non solo raggiunse la testa, ma vinse lo scudetto. Bisogna fare sempre attenzione alla Juve. Sta attraversando un periodo di grandi trasformazioni interne che all’esterno si vedono, ma la Juve è sempre la Juve».