Connettiti con noi

News

IL PERSONAGGIO – Chiellini saluta la Juve: si chiude un pezzo di storia

Pubblicato

su

Giorgio Chiellini saluta la Juve dopo il ko in finale di Coppa Italia contro l’Inter. Si chiude un pezzo di storia – IL PERSONAGGIO

Diciassette stagioni, 558 partite (ma non sono finite qui probabilmente), 36 gol e 20 trofei “più uno”. Questo il bilancio di Giorgio Chiellini nella sua avventura quasi ventennale con la maglia della Juventus, che lo ha portato ad essere il terzo giocatore più presente nella storia del club, davanti anche a mostri sacri del calibro dell’indimenticato Gaetano Scirea. Nella notte dell’Olimpico, amara per la sconfitta contro gli odiati rivali dell’Inter e perchè la squadra ha fatto dopo un decennio i conti con un’annata senza trofei, il numero tre ha detto basta. Basta con la Vecchia Signora da giocatore (un posto in dirigenza è pronto), ma forse non con il calcio.

Lunedì contro la Lazio sarà l’ultima recita del capitano all’Allianz Stadium, prima della gara di Firenze in cui comunque potrebbe racimolare qualche minuto. Poi, appunto, si consumerà l’addio definitivo, prima di capire se gli scarpini di mille battaglie verranno appesi al chiodo o continueranno ad essere indossati magari per un altro paio di anni oltreoceano, in quegli USA dove farebbero carte false per avere a disposizione uno dei migliori difensori dell’ultimo ventennio. Certo, si sarebbe potuto concludere il tutto con una nuova coppa, ma l’Inter ha poi replicato tra le polemiche il successo dello scorso gennaio in Supercoppa Italiana.

Poco male, perchè le lacrime versate dal mondo Juve nel post-partita sono state tutte per King Kong, un altro pezzo di storia che se ne va, un altro pezzo di BBC che lascia Torino lasciando così il solo Bonucci come unico esponente del quasi decennale ciclo di scudetti (tranne uno per la parentesi al Milan) in rosa. Grazie di tutto Giorgio, in attesa che le nostre strade tornino presto ad incrociarsi per puntare ancora insieme a nuovi traguardi.