Chiellini vs Guardiolismo: «Ci ha rovinati»

chiellini
© foto Massimo Pinca

Giorgio Chiellini dice la sua sulla nuova generazione di difensori: «Il guardiolismo li ha rovinati. Io al City sarei un pesce fuor d’acqua. Bonucci? Da 8 a 6»

Il tattico Giorgio Chiellini. Per chi ormai guida da una vita una difesa storica come quella bianconera è normale che possa spiegare agli altri cos’è la difesa. Quella parte integrante di tradizione italica, che ora altrove è ormai morta. «Il Guardiolismo ha rovinato una generazione di difensori». Non usa mezze misure “Chiello” alla vigilia di uno dei momenti chiavi di tutta la sua carriera: lo spareggio contro la Svezia che vale il Mondiale.

Poi spiega il perchè. «Non c’è più nessun difensore italiano che, per impostazione, sui cross “sente” la presenza dell’avversario. Ora si da grande importanza alla tecnica. Devono sapere impostare, allargarsi, far girar palla. Il tiki taka noi non ce l’avremo mai come la Spagna. E intanto si sta perdendo una parte della nostra storia. Ci servono bomber, ma ci servono anche i grandi difensori di una volta per tornare in auge in Nazionale».

«Io al City sarei come un pesce fuor d’acqua. Bonucci? Il calcio d’oggi va velocissimo, non si ha il tempo di parlare con il compagno. Per questo la conoscenza reciproca aiuta. Quando si cambia squadra l’intesa va resettata. In un determinato contesto un elemento può valere otto e in un altro sei».

Articolo precedente
pjanicA Vinovo Pjanic torna in campo, gli altri tra campo e palestra
Prossimo articolo
szczesnySzczesny o… Keylor Navas? La Juve valuta il dopo Buffon