Connettiti con noi

Hanno Detto

Chiellini: «Vietato sottovalutare la Turchia, dispiaciuti per Pellegrini» – VIDEO

Pubblicato

su

Giorgio Chiellini ha parlato alla vigilia della partita con la Turchia della Nazionale di Mancini. Ecco cosa ha detto il difensore della Juve

Giorgio Chiellini ha parlato ai microfoni di Sky Sport alla vigilia dell’inizio dell’Europeo. Le parole del difensore dell’Italia sulla sfida con la Turchia e non solo.

EUROPEO – «Siamo contenti di essere qui alla vigilia della partita con la Turchia. Lo stadio è pronto per la partita e ci saranno delle persone sugli spalti. Già da oggi respireremo un’adrenalina diversa e non vediamo l’ora id iniziare».

ULTIMO MONDIALE – «Bisogna viverla con serenità e grande entusiasmo, poi le cose verranno di conseguenza. Ci siamo preparati facendo tutto quello che dovevamo sia fisicamente che mentalmente e  entreremo in campo con entusiasmo e fiducia».

PELLEGRINI – «A un giorno dall’inizio dell’Europeo è brutto. Era dispiaciuto e ci mancherà, ma rimarrà sempre dentro questo gruppo. Siamo solo in 23  a  partecipare a questo Europeo, ma in realtà siamo un gruppo molto più grande composto tutti quelli che hanno partecipato alla fase di qualificazione».

TURCHIA – «La Turchia è una squadra forte, la conoscevamo già e ci sono alcuni giocatori che giocano in Italia. sarà una partita difficile con una squadra pericolosa che può farci male. Quando giocano per la Turchia tirano quaclosa in più e spesso fanno delle prestazioni migliori rispetto a quando giocano per il club. Anche noi siamo emozionati di giocare col pubblico e questo ci aiuterà a fare meglio».

Poi ha aggiunto in conferenza stampa:

SVEZIA – «La voglia di rifarci è tanta vogliamo rivivere le emozioni di un torneo come questo. La sconfitta con la Svezia ci rimane dentro e non la potremo mai cancellare, però siamo stati bravi a cambiare in bene e di sfruttare in modo positivo quella delusione. Tante persone sono emozionate e noi non vediamo l’ora di iniziare questa competizione».

INAUGURAZIONE – «Questa volta è l’inaugurazione e sarà ancora più strano, iniziamo noi e ci saranno più incongnite ma vale anche per la Turchia. Sarà una serata piena di emozioni e come ha detto il mister, ci servirà tranquillità, ma anche quel pizzico di follia che serve per fare qualcosa di straordinario».

GESTIRE DIFFICOLTA’ – «Penso che siamo prontip perché ci siamo preparati nel miglior modo possibile. La risposta la darà il campo ma arriviamo nelle migliori condizioni possibili. Arriviamo con entusiasmo ma consapevoli delle difficoltà e degli ostacoli che ci saranno in un torneo così. Ci sarà equilibrio, sarà difficile ma siamo pronti».

Advertisement

Facebook

Advertisement