Connettiti con noi

News

Chiellini, tentazione rinnovo: per se stesso, per la Juve e per i tifosi

Pubblicato

su

Chiellini, tentazione rinnovo: per se stesso, per la Juve e per i tifosi. Il capitano bianconero può prolungare di un’altra stagione la sua carriera

Giorgio Chiellini non ha ancora deciso quando terminare la propria carriera: la scelta definitiva dovrebbe arrivare a stagione ultimata, magari prima dell’Europeo che vuole disputare da protagonista. Di certo il suo recentissimo exploit con la Juventus è, per lui in primis, un segnale importante su affidabilità e competitività che può ancora garantire – perché di garanzie si tratta – alla squadra bianconera. Il club, da parte sua, sarebbe pronto a rinnovargli il contratto senza indugi per un’altra stagione, l’ultima della sua carriera.

La scelta di Chiellini

«Il prossimo anno cercherò di capire come sto. Gioco un altro anno, poi vediamo come reggono le gambe. Ci sta che possa smettere il prossimo anno o farne uno in più», diceva il capitano della Juventus lo scorso giugno, nel pieno di una stagione per lui profondamente negativa perché segnata dalla rottura del legamento crociato e successivamente da altri infortuni e acciacchi. Problemi che non gli hanno quasi mai permesso di dare il suo contributo, almeno da dentro il campo. Anche l’annata corrente era iniziata nel modo sbagliato: ripetuti guai muscolari a cavallo tra ottobre dicembre che hanno fatto dubitare anche i più fiduciosi della sua tenuta fisica. Il 2021 ha però restituito alla Juve quel Giorgio Chiellini che in molti avevano dimenticato: roccioso, insuperabile, capace di condizionare positivamente un intero reparto e quindi la squadra tutta con la sua sola presenza. La comprova provata che il capitano della Juve può dire ancora la sua e può farlo soprattutto in prima linea.

Tentazione rinnovo: per se stesso, per la Juve e per i tifosi

E di sicuro la voglia di continuare ora è più forte che mai. Chiellini vive di calcio, ama misurarsi sul campo e soprattutto ama vincere: «Non ho le qualità da fuoriclasse di Sergio Ramos o Virgil van Dijk. Ho una sorta di sdoppiamento della personalità: sono piuttosto timido e riservato, ma in campo sono capace di tutto pur di vincere», ha raccontato a So Foot. Se le sue condizioni glielo permetteranno andrà avanti, anche se molto potrebbe dipendere dall’esito sportivo della stagione corrente. Di certo un suo prolungamento fino all’estate 2022 farebbe felice che la Juve che nelle ultime partite ha toccato con mano il valore aggiunto Chiellini: con lui in campo il numero dei gol subiti è precipitato verso il basso. Poter contare su una figura così nello spogliatoio è poi sempre un vantaggio, a prescindere dal ruolo da dirigente per lui già infiocchettato alla Continassa. Ma la tentazione è anche romantica: chiudere quest’anno significherebbe smettere nell’anno forse più buio della storia di un calcio privo del colore e dell’amore dei tifosi. «Ritirarmi in uno stadio vuoto? Senza tifosi non è calcio, mancano le emozioni», ha detto Giorgio che il calcio lo ama.

LEGGI ANCHE: Juve, il ‘nuovo’ top player è Dybala: tutte le soluzioni per Pirlo

Continua a leggere
Advertisement