Connettiti con noi

News

IL PERSONAGGIO – Chiesa, la fine di un incubo durato dieci mesi

Pubblicato

su

Chiesa è finalmente tornato in campo dieci mesi dopo l’infortunio al crociato: la fine di un incubo per l’esterno bianconero

Il largo successo del Benfica ad Haifa ha reso meno amara la sconfitta contro il PSG, visto che la Juve ha potuto centrare il terzo posto e la conseguente qualificazione all’Europa League. Se da una parte ci si chiede ancora come possa essersi chiuso il girone con soli tre punti in sei gare, dall’altra il popolo bianconero può finalmente sorridere per un rientro in campo fondamentale: quello di Federico Chiesa, che vede finalmente la luce in fondo al tunnel. La fine di un incubo durato ben dieci mesi, da quel maledetto scontro con Smalling nella trasferta romana di inizio gennaio fino al 74′ del match contro i parigini.

Già per il semplice fatto di averlo potuto convocare c’era finalmente un senso di liberazione, come se la Juve (e il ragazzo ovviamente) si fosse finalmente tolta un peso. Grandi ovazioni da tutto lo Stadium e poi, quando Allegri ha deciso di concedergli un quarto d’ora a dispetto delle sue stesse dichiarazioni degli scorsi giorni, il meritato tripudio. Un abbraccio di un popolo che aspettava da troppo tempo il rientro a disposizione di uno dei suoi beniamini, che tanto aveva trascinato la Signora prima dello stop. Un’arma in più per la seconda parte della stagione, considerando anche come Kostic sia ormai a corto di fiato e Di Maria non dia le giuste garanzie a livello fisico. Aspettando il Chiesa dei tempi migliori, sicuramente, c’è un lato positivo nell’ennesima debacle del secondo ciclo allegriano.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.