Bernardeschi, c’è l’accordo col giocatore: si può chiudere per 45 milioni

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

Bernardeschi alla Juve: c’è da trovare l’intesa con la Fiorentina, l’offerta dei bianconeri è di 40 milioni. Coi bonus si può chiudere a 45

L’intesa fra Bernardeschi e la Juve è stata trovata. L’ingaggio di 4 milioni annui (più bonus) accontenta entrambe le parti, ma prima bisogna trattare con la Fiorentina per il cartellino del giocatore. Ormai è ufficiale la sua partenza: la volontà di non rinnovare coi viola è stata confermata dall’agente Beppe Bozzo al ds Pantaleo Corvino nella giornata di ieri. Resta solo da capire le modalità.

L’offerta della Juve è di 40 milioni, senza contropartite tecniche. La richiesta della Fiorentina è di 50, per cui la quadra si può trovare a metà strada con 45 milioni di euro. Secondo Premium Sport la Juventus può raggiungere quella cifra inserendo nella trattativa tutta un serie di bonus legati alle presenze e alle vittorie di squadra.

Per Bernardeschi c’è l’accordo economico con l’agente del calciatore: guadagnerebbe 4 milioni più bonus per cinque anni – 5 luglio, ore 08:00

Sedondo quanto sostenuto dal giornalista Gianluca Di Marzio, Bernardeschi avrebbe trovato l’intesa per l’ingaggio con l’entourage bianconero: il giocatore guadagnerà 4 milioni più bonus per cinque anni. Ora resta da convincere la Fiorentina.

Incontro Bozzo-Corvino: si verso la fumata nera con la Fiorentina. Poi spazio alla Juve: la trattativa vedrà come protagonisti Marotta e Cognini. Corvino ha parlato al termine dell’incontro – 4 luglio, ore 16,30

«Bernardeschi ci ha detto che non vuole firmare il rinnovo e che vuole cambiare squadra». Ha parlato così Pantaleo Corvino, direttore generale della Fiorentina, al termine dell’incontro di mercato avvenuto con Beppe Bozzo, procuratore del giocatore della Viola. Ora partirà ufficialmente la trattativa con la Juventus. Cognini, presidente del club, nei prossimi giorni incontrerà l’ad della Juve Beppe Marotta.

Bernardeschi, incontro col procuratore: si va verso il rifiuto del rinnovo – 4 luglio, ore 15.30

La Juventus non molla la presa per Bernardeschi, che è in procinto di pronunciare “il gran rifiuto” alla proposta di rinnovo contrattuale avanzatagli dalla Fiorentina. A seguire ore di trattativa molto intense, che vedranno come protagonisti Beppe Marotta e Cognini. L’incontro tra Corvino e Bozzo (l’agente del giocatore)fissato per il pomeriggio, è tutt’ora in corso. Durante il colloquio verrà riferito al ds viola la volontà del giocatore- a meno di clamorosi colpi di scena- di non rinnovare. Bernardeschi rinuncerà quindi ai 2,7 milioni di ingaggio proposti dalla Fiorentina. L’intenzione della Juve è di offrire 40 milioni per il suo cartellino.

Dopo le dichiarazioni di Corvino alla Rai sull’incedibilità di Bernardeschi arriva il comunicato ufficiale della Fiorentina: «Interpretazione fuorviante» – 3 luglio ore 19.00

A suon di comunicati non è un momento facile in casa viola. La Fiorentina è pressata dalle proteste dei tifosi e la frase di Pantaleo Corvino alla Rai nel corso dell Domenica Sportiva aveva fatto discutere non poco («E’ un prodotto del nostro vivaio. Non andrà via»). La questione riguarda naturalmente la cessione di Bernardeschi alla Juventus e la Fiorentina ha corretto il tiro con un comunicato ufficiale.

«ACF Fiorentina constata, con rammarico, – si legge nel testo– come un’intervista televisiva, e quindi ascoltabile da tutti, sia stata interpretata in maniera fuorviante e non rispondente a verità da un sito internet e poi ripresa diffusamente dalla maggior parte degli organi di informazione, attribuendo al Direttore Generale, Pantaleo Corvino, parole da lui mai pronunciate». Fra le righe una conferma dello stato sempre più avanzato nella trattativa Bernardeschi-Juve.

Il dg viola Corvino – intervistato dalla Domenica Sportiva – sembra chiudere  ogni porta al possibile approdo del viola in bianconero – 3 luglio 09:00

Pantaleo Corvino sembra chiudere ogni spiraglio alla possibilità concreta che Federico Bernardeschi possa approdare alla Juventus, smentendo categoricamente l’esistenza di qualsiasi tipo di trattativa in corso. Intanto secondo indiscrezioni la società bianconera sarebbe comunque pronta all’assalto del fuoriclasse della Fiorentina, mettendo sul piatto un’offerta da 40 milioni di euro.

«PARTE DELLA STORIA DEL CLUB» – Intervistato ai microfoni della Domenica Sportiva, il dg viola risponde così alla domanda esplicita relativa alla possibile cessione di Bernardeschi alla Juventus: «Fa parte del nostro vivaio quindi Bernardeschi per noi non andrà via», per poi riaprire – seppur lievemente – le porte chiuse violentemente quando spazia anche alle situazioni di Kalinic e Borja Valero: «Kalinic e Borja Valero sono legati alla Fiorentina e noi siamo molto legati a loro. Per quanto di riguarda fanno ancora parte del nostro progetto. Se poi chiederanno la cessione, allora dovranno essere loro a dirlo». Insomma, il quadro è chiaro: sarà il giocatore in persona a dover chiedere esplicitamente alla società (al momento in una fase di stallo) la cessione ad un altro club e di conseguenza ad essere consapevole di inimicarsi eternamente la curva viola.