Allegri: «Dovremo uscire dal campo senza rimpianti, possiamo ribaltare il risultato»

massimiliano allegri
© foto Massimo Pinca

Le parole di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, alla vigilia del match di Champions League tra bianconeri ed Atletico

La consueta conferenza stampa del tecnico bianconero Massimiliano Allegri alla vigilia del match di Champions League si tiene alle ore 19.15 all’Allianz Stadium. L’ottavo di finale di ritorno contro l’Atletico Madrid si giocherà martedì 12 marzo, con fischio d’inizio alle ore 21.00. Il tecnico livornese presenta la sfida a poco più di 24 ore dall’evento con indicazioni di formazione e analisi. Tutto l’ambiente crede alla rimonta e l’aria che si respira a Torino questi giorni è di grande ottimismo.

RIBALTARE IL RISULTATO – «Crediamo che domani avremo la possibilità di ribaltare il risultato, capendo l’indirizzo che assumerà la partita. Dovremo capire quando fare delle cose e quando le altre».

DOUGLAS COSTA – «Invece che Douglas Costa in panchina viene Nicolussi. A parte gli scherzi, era quasi una forzatura perché ha fatto un allenamento e mezzo con la squadra. Ha sentito tirare, e domani avrei potuto bruciare un cambio».

DYBALA – «Non affermo che domani gioca Dybala. Devo valutare ancora, perché cambi in panchina non ne ho tantissimi. Prepareremo le palle inattive, importanti domani: chissà se Pjanic dopo Napoli replicherà…».

L’ATLETICO – «Negli ultimi 10 anni l’Atletico ha vinto tre Europa League e giocato due finali di Champions. Sono una delle squadre più forti in Europa negli ultimi anni. Sarà un bellissimo ottavo di finale e dovremo essere all’altezza».

IL FUTURO – «Mi sono state fatte tante domande sul mio futuro. L’importante è fare una grande partita domani e centrare l’obiettivo, poi dopo l’Atletico penseremo ad altro».

LA PARTITA – «La definisco un ottavo di Champions. Ci vuole calma, pensiamo a fare il meglio possibile domani per ribaltare il risultato. Poi penseremo al resto: se ci saremo penseremo alle altre partite di Champions, se non ci saremo penseremo al finale di stagione».

L’ANDATA – «All’andata la squadra ha fatto un buon primo tempo. Dopo la traversa di Griezmann, ci siamo rilassati perché abbiamo pensato di aver scampato il pericolo. La differenza è stata quella, e domani dovremo mettere in campo le nostre caratteristiche».

LA MENTALITÀ – «Domani dovremo tirare fuori quello che abbiamo dentro. Non dobbiamo fermarci alle difficoltà per 90′ o per 120′. Tutti devono dare il 100%, il massimo di quello che sono in grado di fare. Dovremo uscire dal campo senza rimpianti. La difesa a tre? È il modo in cui affronteremo la partita che dovrà essere diverso dall’andata».

RONALDO – «È un giocatore abituato a queste partite, quindi sarà un vantaggio che sia con noi per domani».

LA DIFESA DELL’ATLETICO – «Sono 5 partite che l’Atletico non subisce gol, e questo può essere un segnale importante. Dovremo essere spensierati, perché giocheremo in modo diverso da Madrid».

L’ASSENZA DI GOL DI CR7 – «È una partita importante domani, e lui in queste partite si esalta. L’assenza di gol è dovuta anche al fatto che non ha giocato tutte le partite. Caceres? È un giocatore straordinario, di assoluto rendimento. La sua carriera è stata costellata da alcuni infortuni».

SPINAZZOLA – «È cresciuto molto, è un possibile titolare. Non ha mai giocato in Champions ma qualcuno che abbia un po’ di incoscienza ci vuole».