Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Bonucci post Juve Malmoe: le dichiarazioni – VIDEO

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Bonucci post Juve Malmoe: le dichiarazioni del difensore bianconero dopo la partita dello Stadium

(inviato all’Allianz Stadium) – Leonardo Bonucci  ha parlato in conferenza stampa dopo Juve Malmoe.

PRIMO POSTO – «L’abbiamo festeggiato insieme ai tifosi, la notizia è arrivata mentre stavamo andando a salutarli. Sapevamo che dovevamo fare il nostro, fare ciò che dovevamo e poi aspettare notizie dalla Russia. A Londra brutto passo falso, abbiamo però capito qualcosa in più. Ci godiamo il primo posto e domani pensiamo a Venezia, sarà difficile».

DE WINTER – «Koni ha fatto una partita ordinata, con personalità. L’avevamo visto a Londra con il Chelsea, ha personalità e non ha paura a giocare. E’ un vantaggio per lui. Deve rimanere umile, deve avere margini di miglioramenti: ce li abbiamo noi grandi, sono enormi per lui. Lo aspetta una carriera rosa se rimane coi piedi per terra. Tanto è merito suo».

PRIMATO – «A Londra sapevamo che era una partita difficile contro i campioni d’Europa, dopo un primo tempo fatto abbastanza bene. Poi siamo crollati dietro gli episodi. Ci speravamo. Dovevamo fare la nostra partita senza pensare a ciò che accadeva in Russia. Potevamo fare meglio con un margine più largo e ci siamo goduti la vittoria. Poi vedremo il sorteggio, ma gli ultimi anni abbiamo zoppicato agli ottavi contro squadre sulla carta meno forti. Ogni partita sarà da giocare e ci arriveremo nelle migliori condizioni».

GIRONE CHAMPIONS – «Abbiamo fatto 15 punti su 18 disponibili, perso contro i campioni d’Europa. Male. Per la storia la Juve non meritava di prendere 4 gol a Londra. A differenza del campionato, in Champions percoros netto. La vittoria in casa con il Chelsea ha aumentato fiducia e autostima. In ogni percorso la squadra deve reagire, dopo Londra l’abbiamo fatto nella maniera giusta. Ma siamo all’inizio. Il percorso è giusto».

VENEZIA – «La partita sarà difficile. Quando giochi in questi stadi così piccoli, contro squadre agguerrite serve calarsi nella partita nella maniera migliore. Sono fiducioso. La squadra nel primo tempo ha fatto bene in una gara che sembrava scontata. Contro Salernitana e Genoa abbiamo avuto approcci e continuità, dobbiamo continuare a partire da Venezia. Queste 3 partite in campionato possono avvicinarsi ai primi posti e servono i punti a disposizione».

SUPERATO BONIPERTI – «È stato emozionante. Sicuro. Sono emozioni che sono difficili da spiegare. Boniperti è la Juventus, è la storia. E’ bello. Sicuramente. Ho lavorato tanto e spero di continuare a farlo e di continuare a mettere presenze con la maglia della Juventus. Era il mio sogno da bambino e mi auguro che in questi ultimi anni possa arrivare a tanti giocatori della storia della Juventus. Vorrebbe dire aver fatto qualcosa d’eccezionale per questa maglia, che sento mia più di qualsiasi altra cosa».

JUVE BIG IN EUROPA – «La Juve è al livello delle top? Sarebbe da ipocriti dire che Bayern, Chelsea, Real, Liverpool non abbiano qualcosa più di noi. Lo dicono i numeri. C’è solo da mettere in campo quando saranno gli ottavi la forma fisica e mentale migliore per andare avanti. L’obiettivo dev’essere minimo entrare nelle prime otto. Quello dev’essere il nostro focus e qualsiasi dovesse essere la sorteggiata contro di noi – potrebbe essere anche il Psg, se passa il Barcellona, l’Atletico Madrid – ci sarà da arrivare agli ottavi nella migliore condizione. Dobbiamo arrivare almeno ai quarti»

Advertisement

Facebook

Advertisement