Pjanic: «Non ci sentiamo favoriti, ci sentiamo forti»

pjanic
© foto www.imagephotoagency.it

Miralem Pjanic parla alla vigilia del match con l’Atletico Madrid insieme a Massimiliano Allegri. Le dichiarazioni del centrocampista bianconero

Cresce l’attesa per la notte europea di Madrid. Pochi dubbi sulla presenza in campo di Miralem Pjanic, domani, nel mezzo della mediana bianconera. Uno dei motivi per cui il centrocampista bosniaco sederà al fianco di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa di vigilia della sfida contro l’Atletico Madrid. Tutte le dichiarazioni di Mire dalla sala stampa del Wanda Metropolitano.

ATLETICO – «Loro sono sicuramente forti. L’Atletico ha dimostrato negli ultimi anni che fanno la differenza insieme. Con loro è difficile giocare. Sicuramente Griezmann e Oblak sono di altissimo livello ma ce ne sono tantissimi. Domani dobbiamo fare una bella partita per il passare il turno».

FINALE – «Sappiamo che è in questo stadio. Ma ci saranno degli ostacoli, a partire da domani. Ma se vogliamo arrivare in fondo da domani inizia un ciclo molto importante. Il nostro sogno, obiettivo è tornare qui. Iniziamo da domani».

RONALDO – «È molto motivato. In questa competizione lui è sempre presente, motivato. Domani sarà uno come gli altri che vorranno vincere. Punizioni? Speriamo di avere e di poterle sfruttare. Se è vicina posso tirare io, se è più lontana tira lui o altri giocatori».

OBLAK – «Uno tra i migliori al mondo. Sarà più difficile per noi. Noi siamo motivati e speriamo di passare il turno».

JUVE FAVORITA – «Non ci sentiamo favoriti, ci sentiamo forti. La Champions ha tante squadre favorite. Noi ci siamo messi nelle condizioni di presentarci a questo appuntamento nelle migliori condizioni. Per noi sarà importante prenderci dei vantaggi già domani e finire il lavoro a casa».

RODRIGO – «È un giocatore che mi piace, somiglia a Busquets».