Conferenza stampa Simeone: «La Juve sarà ancora protagonista» – VIDEO

Iscriviti

Conferenza stampa Simeone: le parole del tecnico argentino in vista della gara tra Atletico Madrid e Juventus

Si avvicina la Champions League, grande appuntamento contro l’Atletico Madrid. La Juventus, già qualificata, affronta gli spagnoli per confermare il primo posto: una vittoria assicurerebbe ai bianconeri la prima posizione nel gruppo D.

Diego Simeone vorrà rovinare la festa ai bianconeri. Il tecnico argentino parla in conferenza stampa alle 19.45. Come sempre Juventusnews24.com segue l’evento in diretta con tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

IMPARARE DAGLI ERRORI«Non solo da una partita. Serve concentrarsi sulla situazione in generale».

JOAO FELIX – «È da poco con noi. Purtroppo si è infortunato un mese fa, non abbiamo potuto utilizzarlo ultimamente. Abbiamo bisogno di lui, ha delle caratteristiche che non abbiamo nel resto della squadra. È umile, ha voglia di lavorare e crescerà molto».

TANTI TIRI IN PORTA«Dipende dalle situazioni. Dobbiamo analizzare la superiorità numerica con il Granada, è una questione di situazioni. La zona dell’area è molto importante, è lì che dobbiamo arrivare»

JUVE«Il modo in cui lavoriamo è affrontare ogni partita facendo il meglio. Che poi sia soddisfacente o meno per tutti, non importante. Vogliamo vincerle tutte, il resto viene da sé. L’avversario è forte, con giocatori forti e un allenatore con uno stile preciso e determinato che vuole trasmettere il suo messaggio alla Juve. Dobbiamo indirizzare la partita come vogliamo noi».

MIGLIORAMENTI CON SARRI – «È presto, bisogna parlare ad aprile/maggio perché si vede cos’è successo nella stagione. Al di là di questo, la Juve ha grandissimi campioni che vanno bene con Sarri perché possono giocare in tante posizioni. Non ho dubbi che la Juve sarà protagonista anche quest’anno della sua storia, in tutti i tornei che gioca».

CONTINUITA’ «In realtà quello a cui mi sto dedicando di più è continuare sulla linea che stiamo creando in questo periodo. Ci concentriamo sulla forza del gruppo, perché solo così saremo competitivi».

SITUAZIONE – «Il momento lo definirei buono, siamo in un buon momento».

HERRERA«Non mi sembra giusto analizzare a novembre, ci sono caratteristiche da tenere conto. È presto, ognuno dei nuovi ha avuto la sua chance per giocare. Tutti i nuovi giocatori stanno crescendo e vogliamo creare una squadra, rafforzandola in modo che arrivino i risultati che ci aspettiamo».

RONALDO – «La sostituzione? Quella è casa vostra (ride n.d.r.)… Ronaldo è un campione, lo soffriamo sempre. Il numero uno, un giocatore straordinario che fa sempre bene. Non credo che sia Ronaldo contro l’Atletico Madrid. Vogliamo fare una bella partita».

GIOCO – «Sapete già che non mi piace parlare di queste cose. Vogliamo lavorare per avere risultati: se questo arriva facendo 5 o 10 passaggi corretti non importa».

Condividi