Connettiti con noi

Hanno Detto

Conte: «Scudetto sofferto. Futuro? Per ora voglio godermi quest’anno»

Pubblicato

su

Antonio Conte, tecnico dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il match contro la Sampdoria

Antonio Conte ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il match contro la Sampdoria. Le sue parole.

FESTA – «La soddisfazione è immensa per me e i calciatori. L’Inter non vinceva lo scudetto da 11 anni ed è inevitabile che ci fosse tanta passione e voglia di festeggiare da parte nostra e i tifosi. Siamo contenti di regalare queste gioie ed emozioni ai tifosi, continuando a fare cose eccezionali. Abbiamo pareggiato 3 partite e vinte 16 da quando abbiamo perso contro la Sampdoria».

FUTURO – «Non sono qui per parlare del futuro. Ci dobbiamo godere questi momenti e lo scudetto perché sappiamo quanto abbiamo lavorato e sofferto. Dietro c’è tanta sofferenza da parte di tutti, abbiamo fatto qualcosa di veramente bello nel giro di due anni, abbiamo ridato vita a tutti. In passato non mi sono goduto le cose, invece quest’anno voglio godermelo fino alla fine. Poi per il futuro Dio vede e provvede».

MISSIONE COMPIUTA O NO – «Sicuramente è stato un lavoro che ha portato grande profitto. Tanti giocatori a livello economico si sono valorizzati a livelli importanti, questo gruppo ha un valore nettamente superiore a quando sono arrivato. L’investimento che è stato fatto su di me ha portato ottimi risultati sotto questo punto di vista. Ognuno di noi ha la propria storia, la mia storia è questa qui: i giocatori vogliono una guida. Io porto aspettative, queste aspettative sono state soddisfatte. In questo gruppo ci sono tanti giocatori che hanno ampi margini di miglioramento, ora sono vincenti che sanno che tipo di percorso bisogna fare. Da quando siamo andati in vetta non abbiamo mollato niente, la vittoria deve entrare nel cervello, deve diventare una droga per chi vuole essere un vincente».

FINE CAMPIONATO – «Mi aspetto di fare sempre delle ottime prestazioni. Juve? In questo momento la partita più importante per noi è quella contro la Roma. Affronteremo le partite nella giusta maniera come abbiamo sempre fatto».