Connettiti con noi

Calciomercato Juve

D’Amico (agente Fagioli): «La Juve e Allegri ci puntano. Un club di Serie A lo stima» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

La redazione di Juventusnews24.com ha intervistato in esclusiva l’agente Fifa Andrea D’Amico, procuratore tra gli altri di Nicolò Fagioli

Una Juventus finora altalenante nelle prestazioni e nei risultati tra Serie A e Champions League. La redazione di Juventusnews24.com, per analizzare il momento della formazione di Allegri, ha intervistato in esclusiva l’agente Fifa Andrea D’Amico. Della scuderia del procuratore, tra gli altri, fanno parte anche i ‘canterani’ bianconeri Fagioli e Beruatto, attualmente in prestito in Serie B rispettivamente alla Cremonese e al Pisa.

Una Juventus a due facce: percorso netto in Champions League, mentre in campionato è già lontanissima dalla vetta. Come se lo spiega?

«Il campionato è lungo, siamo solo all’inizio e c’è il tempo per recuperare. E’ troppo presto ancora per tirare delle conclusioni definitive sul campionato. Davanti stanno andando sicuramente molto forte, ma la Juve ha tutte le credenziali per risollevarsi e guadagnare posizioni. Allegri saprà come dare continuità alla squadra».

La Juve sarà protagonista sul mercato nella finestra di gennaio? 

«I movimenti in uscita saranno funzionali alle entrate. Cercheranno di coniugare al meglio queste due esigenze, in un mercato che sarà difficile per tutte le grandi a gennaio. Certamente i dirigenti della Juve sapranno cosa fare per completare la rosa di Allegri dove necessario».

Si parla tanto di Vlahovic in chiave bianconera: è il profilo giusto per fare il salto di qualità in attacco?

«Vlahovic è un centravanti giovane, bravo e interessante visto quello che sta dimostrando negli ultimi tempi alla Fiorentina. Sta confermando di valere il salto in una grande squadra. Per età e potenziale sicuramente sarebbe un investimento importante per tante squadre, Juve compresa. Però ha un contratto con la Fiorentina che scade nel 2023: quindi vedremo nei prossimi mesi quale sarà il suo futuro e quale decisione prenderanno il club viola e l’entourage del calciatore».

Intanto la Juventus è pronta a blindare Dybala: è l’argentino il vero top player del bianconeri?

«Dybala è un giocatore molto importante, è un campione ed è ancora relativamente giovane. La Juventus, considerando le cifre che ci sono in ballo per il rinnovo, lo considera giustamente un patrimonio del club e sul quale ha investito sia in termini economici che sportivi. Penso che per la Juve sia fondamentale tenerlo: dopo il ritorno in campo ha dimostrato di poter fare la differenza nell’undici di Allegri». 

Lei cura gli interessi di Fagioli, accasatosi in prestito alla Cremonese nell’ultima finestra di mercato. Come giudica l’impatto con la nuova realtà del talentuoso centrocampista?

«Sta facendo bene, ha già fatto vedere delle ottime cose in questa prima parte di stagione con la maglia della Cremonese. Ma è solo l’inizio di una carriera importante: abbiamo tutti molta fiducia nelle qualità di Nicolò».

C’è stata qualche altra squadra, oltre alla Cremonese, che si è fatta avanti in estate?

«La Cremonese è stata la squadra più decisa e a credere nel potenziale di Nicolò. Braida, il Ds Giacchetta e Pecchia, che già lo conosceva molto bene visto che lo aveva allenato nell’Under 23, lo hanno voluto fortemente a Cremona. Il progetto della Cremonese si sposa con quello che deve essere al momento il percorso di Fagioli».

Si è parlato spesso anche di Sassuolo…

«Al Sassuolo lo stimano molto, è un giocatore che è sempre piaciuto così come a tante altre società. Però io guardo solo ai fatti e alle trattative che si sono concretizzate per i miei assistiti. La Cremonese ha dimostrato di voler puntare sul giocatore e noi siamo felici di questo».

A fine stagione può esserci un ritorno in pianta stabile a Torino?

«La dirigenza della Juventus punta sul ragazzo, crede molto in lui che gode anche della stima di Allegri. Per lui adesso è importante però concentrarsi sulla Cremonese e continuare a fare bene in questa realtà. E’ troppo presto per fare delle previsioni sulla prossima stagione: a tempo debito faremo le giuste valutazioni con la Juve».

Un altro suo assistito è Beruatto che si sta mettendo in mostra con la maglia del Pisa. 

«Sta giocando con continuità, anche lui si sta esprimendo al meglio nel campionato di Serie B. Si trova molto bene al Pisa, il suo rendimento finora è stato più che positivo. Come per Fagioli, anche per Beruatto faremo a fine stagione tutte le valutazioni del caso con la Juventus. Dipenderà dal percorso del Pisa e ovviamente dalle prestazioni del ragazzo».

Si ringrazia Andrea D’Amico per la gentile e cortese disponibilità mostrata nel corso di questa intervista