Doppi ex Sassuolo Juventus: partita di intrecci e vecchi ricordi

alex sandro
© foto www.imagephotoagency.it

Sassuolo-Juventus è anche una partita degli intrecci e degli ex come calciatori e non solo

Domenica si gioca Sassuolo-Juventus, gara valida per la giornata numero 23 della serie A 2018-19. Partita che per tanti giocatori sarà un po’ diversa per via dei tanti scambi di mercato tra le due società. Sono, infatti, tanti gli ex della gara: da Alessandro Matri, Pol Lirola, Federico Peluso a Domenico Berardi, ai quali si va ad aggiungere Massimiliano Allegri che ha allenato in Emilia.

Lirola – Il terzino spagnolo arrivato in bianconero nel gennaio 2015, è arrivato in prestito biennale per poter giocare e farsi le ossa e poi completamente riscattato dal Sassuolo lo scorso gennaio. Ha vestito la maglia della Primavera juventina per una stagione e mezza.

Federico Peluso – Ha vissuto una stagione e mezza in maglia bianconera, dove arrivò in prestito dall’Atalanta nel gennaio 2013. A Torino, il difensore neroverde ha esordito in Europa, portandosi a casa due campionati di Serie A e una Supercoppa Italiana, collezionando un totale di 31 presenze e 2 reti prima di essere ceduto al Sassuolo nell’estate 2014.

Alessandro Matri – Il numero 10 del Sassuolo è l’ex per eccellenza amato tutt’oggi dai tifosi della Juventus. Ha vestito la maglia della Juve dal gennaio 2011 all’estate 2013, e poi ancora nella seconda parte della stagione 2014-15. Con 92 presenze e 31 reti in bianconero, Mitra Matri ha potuto collezionare tre campionati, due Supercoppe Italiane e una Coppa Italia vinta da protagonista assoluto.

Domenico Berardi – Sempre al centro di polemiche e voci di mercato a riguardo. Il cartellino dell’attaccante calabrese è al momento di proprietà esclusiva del Sassuolo, nonostante in passato i due club avessero posto in essere una (ora risolta) compartecipazione nell’affare comprendente anche Luca Marrone. Due anni fa l’attaccante neroverdi rifiutò il suo trasferimento nuovamente alla Juventus.

Massimiliano Allegri – L’attuale Mister bianconero ha allenato gli emiliani nella stagione 2007-08, in Serie C1. Arrivato in neroverde dopo essere stato seduto sulle panchine di Aglianese, Spal e Grosseto, il tecnico livornese condusse il Sassuolo alla vittoria del campionato e quindi alla prima promozione in serie B della storia. Da lì ha cominciato a girare l’Italia tra Milan, Cagliari e Juve.