Dybala, doppietta di destro: merito dei nuovi scarpini?

Dybala infortunio
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante argentino torna titolare e regala un match complicatissimo ad Allegri. Grande prestazione della Joya e giocate da fuoriclasse assoluto. Ma dietro la doppietta di Dybala c’è un cambiamento sfuggito ai più

Eccolo, finalmente è tornato. Allegri regala finalmente una maglia da titolare a Dybala e la Joya lo ripaga alla sua maniera: giocando da fenomeno. Dopo un primo tempo discreto l’argentino si prende il palcoscenico nel momento del bisogno. L’imprevisto pareggio di Caceres dà il via alla trasformazione dell’ex Palermo che diventa dio del calcio in mezzo ai mortali. Due gol col piede debole, diversi, ma entrambi stupendi e dal coefficiente di difficoltà altissimo. Se Paulo doveva dare un segnale, anche in chiave mercato, eccovi serviti.

Ma cosa si nasconde dietro alla resurrezione dell’argentino? Sicuramente il cambio di modulo. Col 4-2-3-1, varato da Allegri nella ripresa, il 24enne esprime al meglio le sue qualità: splendente nel ruolo di trequartista puro (anche se l’equilibrio di squadra…). Ma non è finita qui. Infatti, dopo aver concluso nel peggiore dei modi il proprio rapporto con Puma (in essere una causa milionaria sulla risoluzione), Dybala ha cambiato il proprio sponsor tecnico. Paulo è infatti sceso in campo con le nuovissime Adidas dorate (modello X 17), scarpini che gli hanno permesso di realizzare una doppietta di destro. Novità assoluta per il 10 bianconero, abituato da sempre a “far tutto” con il mancino. Soltanto un caso?