Ecco il progetto della nuova Juventus portoghese

juve
© foto Massimo Pinca

L’idea di una nuova Juventus portoghese, club satellite della Juventus torinese, segue il modello del Porto

L’idea di un club satellite in Portogallo frulla da tempo nella testa dei dirigenti bianconeri. Una nuova Juventus portoghese che impara dalla società del Porto. In Portogallo la squadra bianconera riuscirebbe, come il Porto, a reclutare facilmente giovani talenti sudamericani. Il Porto infatti, grazie ai vantaggi burocratici, ha la possibilità di acquistare a bassi prezzi giovani talenti sudamericani, sopratutto brasiliani, che vengono poi rivenduti ad altissimi prezzi ai club d’Europa. Si tratta di una strategia di mercato, ma non solo. Un club bianconero satellite in Portogallo permetterebbe alla Juventus di giocare d’anticipo sul mercato per i migliori giocatori brasiliani e argentini, ma anche di far crescere gradualmente i giovani talenti appena arrivati in Europa prima di approdare alla vera Juventus.

La società bianconera con un club in Portogallo avrebbe così la possibilità di non bruciare un giovane talento appena arrivato in Europa, ma farlo crescere gradualmente in un ambiente simile a quello Sudamericano. Si parla quindi di una futura “Juventude” nella Primeira Liga sia per interessi di mercato che interessi di squadra. Alex Sandro ne è un esempio, giovane giocatore brasiliano arrivato al Porto che è cresciuto gradualmente fino ad arrivare alla Juventus di oggi. Il progetto non è ancora stato delineato, ma sono in molti a scommettere sulla sua futura realizzazione.

Articolo precedente
dani alvesDani Alves e Lichtsteiner, l’abbraccio del gruppo
Prossimo articolo
bonucci-allegriBonucci-Allegri, «O lui o me». Chi resterà?