Emergenza Coronavirus, Cannavaro: «Ecco come si vive in Cina»

cannavaro
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Cannavaro racconta la sue esperienza in Cina, relativa anche all’emergenza Coronavirus: ecco le parole dell’ex Juve

Fabio Cannavaro, sulle pagine del Mundo Deportivo, ha parlato della sua vita in Cina nel corso dell’emergenza Coronavirus.

CANNAVARO«Qui in Cina dobbiamo restare a casa. La polizia può arrivare in qualsiasi momento per misurarti la temperatura e per verificare che sei in casa, altrimenti ti portano via all’istante. Quando passeremo il periodo di quarantena, effettueranno nuove analisi e ci forniranno una sorta di passaporto per poter transitare. Qui sono riusciti a battere il coronavirus e non vogliono essere infettati di nuovo, adesso è quasi tutto normale. Puoi vedere le persone sulle terrazze, nei ristoranti, senza maschere. Un mese fa non si vedeva un’anima in giro. Un giorno andando al centro d’allenamento non ho incontrato una sola persona, solo polizia e ambulanze. In Cina hanno sconfitto la pandemia perché hanno seguito le istruzioni delle autorità, lo hanno fatto tutti insieme. Sono rimasti tutti a casa, è l’unica cosa da fare».