Coronavirus, ministro Speranza: «Con 400 morti al giorno, il calcio è l’ultimo problema»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Emergenza Coronavirus: Roberto Speranza, ministro della Salute, ha rilasciato un’intervista, parlando anche della ripresa del calcio

Intervenuto ai microfoni di Radio Capital, il ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato così della ripresa del calcio. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

SERIE A – «Lo dico con il massimo rispetto e da grande appassionato di calcio, ma con più di 400 morti al giorno è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci. Viene prima la vita delle persone. Le priorità del Paese oggi sono altre. Lavoreremo perché a un certo punto si possa riprendere la vita normale. Aprire stadi o scuole vorrebbe dire aprire i rubinetti dei contatti».

Condividi