Endt a RBN: «Ho sbagliato a definire la Juve ’96 dopata, chiedo scusa»

© foto www.imagephotoagency.it

Endt ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera sulle sue dichiarazioni di qualche tempo fa sul caso doping relativo alla Champions 1996

David Endt, prima calciatore dell’Ajax e poi team manager, ha parlato a Radio Bianconera delle sue parole di qualche tempo fa, che accusavano la Juventus di essere arrivata dopata alla finale di Champions del 1996.

JUVE AJAX«Sarà una partita difficilissima, perché in campo europeo 1-1 va bene fuori casa. Ribaltare il risultato e vincere a Torino sarà molto difficile, succede a pochi vincere all’Allianz Stadium. L’Ajax sarà però preparato per una battaglia. Non sarà molto difensivo. L’Ajax spera di avere qualche spazio in più e poter giocare in velocità. Non sarà molto diverso dalla squadra di Amsterdam».

PAROLE SUL DOPING«Ho reagito da tifoso. Ero presente nella finale di Champions League e dopo la partita nessuno ha mai pensato che la Juve non fosse preparata. Eravamo molto delusi perché l’Ajax non aveva giocato a modo suo, mancavano alcuni giocatori. Non ho pensato a cose strane, quelle sono uscite dopo. Ho reagito in modo sbagliato dicendo che la Juve fosse dopata. Non è mai stato confermato e chiedo scusa per ciò che ho detto, le mie parole sono state interpretate male. Non voglio che le mie parole influenzino la partita, l’ho detto per scherzo».