Allegri ed i neo acquisti, un feeling che non scatta subito: ecco i precedenti

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus ha disputato soltanto tre impegni ufficiali, ma nessuno dei nuovi acquisti è mai partito titolare

La campagna acquisti portata a termine in estate dalla Juventus è ricca di nomi importanti e tra questi alcuni sarebbero considerati top player se vestissero la maglia di qualche altra squadra: al di là Howedes arrivato negli ultimi giorni di mercato, di De Sciglio, che dovrà battere la serrata concorrenza di Lichtsteiner e di Bentancur, ragazzo molto promettente ma ancora molto giovane, gli altri tre volti nuovi in casa bianconera sono tre giocatori di assoluto livello, ovvero Matuidi, Bernardeschi e Douglas Costa.

LE STRATEGIE DI ALLEGRI – Ciononostante, ora come ora, l’allenatore juventino Max Allegri ha concesso davvero molto poco spazio ai volti nuovi. Il dato più eclatante è quello relativo a Bernardeschi che, dopo essere stato inserito a metà ripresa nella finale di Supercoppa, non è sceso in campo neanche 1′ nelle prime due sfide di campionato contro Cagliari e Genoa. Una simile sorte è toccata a De Sciglio, Matuidi e Douglas Costa, ai quali sono stati concessi degli spezzoni di partita, senza che abbiano però mai avuto l’opportunità di partire nell’11 titolare.

NESSUN ALLARME – Conoscendo Allegri, tuttavia, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Due anni fa, infatti, il tecnico sorprese tutti preferendo Coman a Dybala dal 1′ primo minuto nei primi impegni ufficiali ed anche l’anno scorso il Pipita Higuain entrò in campo soltanto nella ripresa nelle gare contro Fiorentina, Lazio ed Inter. I neo arrivati di quest’anno saranno senz’altro a conoscenza di tale strategia ormai diventata tipica del tecnico livornese e pertanto continueranno a lavorare sodo per ritagliarsi maggiore spazio.

Condividi