Ferdinand: «O’Shea aveva bisogno di una bombola d’ossigeno per CR7»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Ferdinand: «O’Shea aveva bisogno di una bombola d’ossigeno per CR7». L’ex difensore del Manchester United racconta un aneddoto sul portoghese

Rio Ferdinand, ex difensore inglese, ha parlato a margine di un evento EA Sports di alcuni aneddoti datati 2003 relativi a Cristiano Ronaldo ai tempi del Manchester United.

O’SHEA – «Abbiamo giocato contro lo Sporting nel 2003, al rientro nello spogliatoio dopo il primo tempo John O’Shea aveva bisogno di una bombola di ossigeno dopo che era stato in marcatura su Ronaldo. Era a pezzi e stava seduto lì ansimando. Gli dicevamo di stare in marcatura su di lui, ma lui neanche ci rispondeva, era a corto di fiato».

ACCORDO – «Ad essere sinceri, io, Paul Scholes e Nicky Butt eravamo lì a dire ‘Questo ragazzo è pazzesco, dobbiamo farlo firmare con il Manchester United’. Poi siamo saliti sul pullman per tornare a casa, ma siamo stati seduti lì ad aspettare la partenza per circa un’ora e mezza. Poi ci è stato detto che alcuni dirigenti stavano cercando di far firmare a Ronaldo un accordo».

Condividi