Ferrara: «La Juve è partita anche peggio, è sempre la squadra da battere»

Iscriviti
ferrara
© foto www.imagephotoagency.it

Ciro Ferrara dice la sua sulla corsa Scudetto e mette i bianconeri davanti. Ecco le parole dell’ex difensore della Juventus

Ciro Ferrara, intervistato da La Gazzetta dello Sport, fa eco a Marcello Lippi nella sua personale griglia per lo Scudetto.

SCUDETTO«Juventus, Inter e Napoli, senza un’ordine preciso. Ovviamente i bianconeri dopo nove titoli consecutivi restano la squadra da battere. Ma le squadre di Conte e Gattuso mi sembrano ben assortite».

MILAN «Giusto che cavalchino questo momento di entusiasmo, i risultati sono meritati ma credo sia difficile possano restare così in alto fino in primavera. Del resto credo che l’obiettivo del Milan sia entrare in Champions».

PIRLO E CONTE – «Le differenze attuali di classifica non sono abissali. E poi la Juve è abituata a infilare serie eccezionali, ricordo che con Allegri nel 2015 partì anche peggio di questo torneo. Ecco perché dico che le altre devono stare sul pezzo, prendere più vantaggio possibile oggi che i bianconeri stanno cercando nuovi equilibri. Dopo potrebbe essere troppo tardi».

OUTSIDERS – «Sono curioso di vedere la crescita del Sassuolo, la maggiore novità. Perché l’Atalanta ormai è una certezza. Anche la Roma è partita bene e non tralascerei la Lazio. Alla fine sono sette squadre ma solo in quattro andranno in Champions e non per forza le altre avranno fallito. È lo sport».

IBRA, CR7 O LUKAKU«Ibrahimovic perché ha trasformato mentalmente il Milan, oltre i gol».

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo: allo Stadium dopo due mesi e carica da capitano

Condividi