Genitori Bonansea: «L’esultanza di Barbara? Non è ispirata a Totti»

bonansea
© foto www.imagephotoagency.it

I genitori di Barbara Bonansea, arrivati in Francia con un camper, hanno parlato della figlia e del suo percorso nel mondo del calcio

Barbara Bonansea ha fatto innamorare l’Italia con una doppietta straordinaria contro l’Australia. Ai microfoni di Sky hanno parlato i genitori dell’attaccante, che hanno acquistato un camper per andare in Francia.

LE PAROLE DELLA MAMMA

PREMIO«Il premio di migliore giocatrice lo ha dato a noi».

PARTITE«Di solito iniziamo insieme ma poi mio marito se ne va a vederla da un’altra parte».

ESULTANZA «Il gol l’ha dedicato alla figlia del fratello che è nata due mesi fa. È stata un’emozione grande».

CALCIO«Lei ha iniziato a giocare a 6 anni, sono più di vent’anni che gioca a calcio. Una volta non voleva entrare in campo perché era l’unica femmina ma noi l’abbiamo incoraggiata e da lì è partita».

MONDIALE «Rimaniamo qui fino al 19 sicuro. Speriamo di esserci il 7 luglio».

LE PAROLE DEL PAPA’

CAMPER «Il camper lo abbiamo comprato per venire in Francia, ma sembra che vada bene. Ci è piaciuto molto».

BONANSEA«Il primo gol l’ho visto benissimo, il secondo non ero sicuro che fosse lei perché c’era la difesa che copriva. Poi mi sono accorto che ha segnato perché esultava lei».

RITI «Stare seduto mi dà fastidio, faccio così sia con la Juve che con l’Italia».

ESULTANZA «È la stessa di Totti ma lei l’ha fatta per la nipote».