Girelli: «Stadium da brividi, non volevo più uscire dal campo»

© foto www.imagephotoagency.it

Cristiana Girelli, attaccante della Juventus Women, ha commentato la grande esperienza vissuta contro la Fiorentina all’Allianz Stadium

Cristiana Girelli, grande protagonista del match di ieri dello Stadium, ha confessato le emozioni vissute intervenendo a Radio Sportiva.

LO SCUDETTO – «Sono scaramantica, mi piace pensare che sia ancora tutto aperto. Ha preso la nostra strada, ma sta a noi portarlo a termine. Fino a un mese fa anche il Milan era in testa alla classifica. Siamo di fronte al campionato più competitivo di sempre perché anche grandi società professionistiche stanno investendo. La Fiorentina è sempre stata la prima rivale».

LO STADIUM – «Allianz Stadium pazzesco. Già da vuoto, quando l’abbiamo visitato in settimana, faceva tanto rumore. Poi appena siamo entrate in campo ieri avevamo tutte i brividi e non volevo più uscire. C’è stato un mix di emozioni, perché siamo passate dall’euforia della vittoria alla tristezza, quando abbiamo saputo dell’infortunio di Cecilia Salvai. Il primo pensiero è andato subito a lei, perché è uno dei difensori più forti d’Europa e non se lo meritava, soprattutto con un Mondiale da giocare da protagonista. Il pensiero di uno stadio sold-out era straordinario e siamo state molto emozionate quando lo abbiamo saputo. Sono arrivate tantissime persone, non solo da Torino e questo significa molto. Sono convinta che non sia stato un evento isolato, ma sia l’inizio di qualcosa di grande».

IL MONDIALE – «Sono convinta che non sia un caso l’essere al Mondiale. Non possiamo più nasconderci perché il movimento è in crescita: dovremo essere brave a far continuare l’entusiasmo. Vogliamo fare bella figura al Mondiale, non andiamo per partecipare. Il calcio è imprevedibile e ci aspettiamo un supporto importante da parte di tutta Italia».