Giulini ora è furente: «Per Barella 50 milioni o nulla»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Cagliari, dopo i recenti veleni nel match contro la Juventus, alza il muro per Nicolò Barella. Il classe ’97 lascerà la Sardegna soltanto in caso di offerta folle

Forse era meglio non fare arrabbiare Tommaso Giulini! Il presidente del Cagliari pare averla decisamente presa sul personale dopo le controversie arbitrali dell’ultimo match di Serie A contro la Juventus. Così, il patron dei rossoblù, ha deciso di vendicarsi sul mercato. O almeno questo è quanto emerge dalle dichiarazioni rilasciate dal numero uno dei sardi, ieri sera, ai microfoni di Videolina. «Vogliamo crescere, migliorarci e faremo di tutto per tenere Barella un’altra stagione. Certo, se arrivassero offerte irrinunciabili, da 50 milioni allora ne potremmo discutere. Ci prendiamo i cinquanta milioni e rafforziamo la squadra…».

Un chiaro segnale alle possibili acquirenti, Juve e Inter su tutte: Barella non si muove per meno di 50 milioni di euro. Una cifra paurosa per il centrocampista classe ’97 che, per quanto promettente, ha ancora molte cose da dimostrare e in cui migliorare. Il presidente ha infine escluso che, il recente rinnovo fatto firmare al ragazzo sino al 2020, fosse un modo per farne lievitare ulteriormente il cartellino: «Sul rinnovo ho letto di tutto, ma non lo abbiamo fatto per alzare il prezzo: Nicolò meritava uno stipendio migliore e un anno in più di contratto».