Connettiti con noi

News

Infortunio Arthur, emergenza a centrocampo: ora Allegri ha quattro scelte

Pubblicato

su

Infortunio Arthur, lo stop del brasiliano fa scattare l’allarme a centrocampo in vista del Bologna. Come potrebbe giocare la Juve

Piena emergenza a centrocampo per Massimiliano Allegri in vista dei prossimi impegni. Nelle ultime ore, la Juve ha comunicato anche lo stop di Arthur che ha riportato un trauma contusivo–distorsivo della caviglia destra che lo terrà fuori per qualche tempo. L’infortunio del brasiliano si va così ad aggiungere a quelli di McKennie e Locatelli. L’americano, fermo dal match di andata con il Villarreal, è ancora alle prese con il recupero dalla frattura al metatarso e prima di fine mese almeno non sarà a disposizione. Stesso discorso si può applicare anche all’ex Sassuolo, che ha riportato una lesione al collaterale.

Ma quindi come potrà giocare la Juve a partire dalla gara contro il Bologna? Con due soli centrocampisti della prima squadra a disposizione (Zakaria e Rabiot), la scelta più logica sarebbe quella di riproporre la mediana composta da due uomini nel 4-2-3-1, come visto ad esempio contro l’Inter. Ma il mister ci ha abituati a diverse sorprese nel corso di questa stagione e sa bene di avere a disposizione altre opportunità. La prima sarebbe quella di pescare a piene mani dall’Under23, magari lanciando dal primo minuto il giovane Miretti, che ha già avuto modo di esordire in Serie A nella vittoria contro la Salernitana. Se non si volesse correre il rischio di caricare di troppe pressioni il 18enne, proprio il match con i granata porta in dote una nuova possibilità: quella di vedere Danilo sulla linea di centrocampo, mantenendo così il 4-4-2 o puntando tutt’al più su un 4-3-3.

L’ex City è un vero e proprio jolly: ha iniziato come terzino, trasformandosi via via in centrale, ma dimostrando allo stesso tempo di avere buoni tempi di gioco per essere schierato anche qualche metro più avanti. La prima volta con l’Empoli l’esperimento non aveva dato i risultati sperati, ma alla ripetizione con i campani le risposte che sono arrivate sono state positive. Ultima soluzione potrebbe essere quella di ricorrere ad un altro giocatore polivalente: Federico Bernardeschi. Tornato pienamente in forma dopo la pubalgia, il numero 33 già ai tempi di Sarri aveva ricoperto per qualche partita il ruolo di mezzala, prima di tornare nella sua naturale posizione di esterno. Un avversario, almeno sulla carta, poco probante come gli emiliani consente diverse prove. Ora la scelta finale spetta in ogni caso solamente a Max.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.