Italia-Bosnia, Mancini: «Sfida insidiosa. Bernardeschi il più fresco in avanti»

Roberto Mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini, c.t. azzurro, ha parlato prima della partita Italia-Bosnia, sfida valida per le qualificazioni ad Euro 2020

Ai microfoni di Raisport, a pochi minuti dall’inizio di Italia Bosnia, ha parlato Roberto Mancini. Il c.t. azzurro ha presentato la sfida dell’Allianz Stadium, toccando alcuni temi importanti in vista della partita. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

ITALIA U20 – «Ci dispiace perché era una semifinale alla nostra portata. Peccato per il gol annullato alla fine, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto».

BOSNIA – «Serve una partita migliore perché la speranza è migliorare gara dopo gara sapendo che tutte le sfide nascondo delle insidie e delle difficoltà».

BERNARDESCHI E QUAGLIARELLA – «Non cambia molto. Bernardeschi e Quagliarella sono un po’ più freschi perché Chiesa e Belotti avevano speso molto facendo pressing alto a centrocampo».