Italia, Mancini: «Porte aperte a Buffon. Ecco chi vorrei chiamare a settembre»

© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia non si è qualificata ai Mondiali ma il ct Roberto Mancini sta già lavorando per ricostruire una Nazionale forte e competitiva

Non vedere l’Italia ai Mondiali è doloroso ma il nuovo corso targato Mancini è già al lavoro per far tornare la Nazionale dove merita. Proprio il neo ct degli azzurri ha parlato ai microfoni di Radio Anch’io Sport su Radio Rai Uno toccando diversi argomenti: «L’inizio del Mondiale? Sono le prime partite e tutte le grandi squadre hanno incontrato difficoltà. Mi pare abbastanza normale per la prima giornata. Italia al livello delle squadre presenti al Mondiale? Tra quattro anni spero proprio di sì, abbiamo un po’ di tempo per mettere a punto una squadra che possa fare bene e andare all’Europeo. Credo che in 4 anni una squadra possa migliorare tanto.

Portiere titolare? Io spero che i miei portieri siano tutti titolari, anche Donnarumma e Perin. Io sono sicuro che giocheranno nei propri club. Li ho alternati per conoscerli meglio. Un conto è vederli da fuori e un conto è vederli in campo. Possibili novità a settembre per l’Italia? Nelle ultime convocazioni mancavano almeno 5-6 giocatori per infortunio che verranno chiamati. La speranza è quella che il campionato ci dia qualche novità importante. Se ci sarà, noi saremo ben felici di accoglierla. Il campionato italiano, all’improvviso può far nascere dei campioni. Barella e Cutrone potrebbero essere chiamati per vederli dal vivo. Spazio per i veterani? Chi in quel momento starà bene e giocherà bene, non vedo perché no. I giocatori esperti aiutano anche questa Nazionale che è giovane. Per certe partite ci vorranno sicuramente.

 Italia sfavorita in Nations League? Io penso sempre abbastanza positivo e non penso questo. Non penso che siamo inferiori al Portogallo e alla Polonia. Se noi lavoreremo bene potremo fare meglio. Il Portogallo ha un attaccante che vince le partite da solo, ma dovremo fare attenzione. Cosa avrei fatto per non perdere i Mondiali? Questo è il nostro lavoro, quando le cose vanno male è sempre colpa dell’allenatore. Non penso che sia andata così con Ventura. Non penso abbia tutte le colpe, in campo ci sono andati i calciatori. Dovremo rimboccarci le maniche. 

Buffon di nuovo titolare a settembre? Non avremo grandi problemi con i portieri, in tutti i sensi. I ragazzi sono tutti bravi e ho un altro paio di portieri in mente. Noi prendiamo in esame tutti i giocatori che giocano e giocano bene. Dobbiamo pensare però anche al futuro. Come sto lavorando in vista delle sfide di Nations League? Stiamo già guardando da vicino le avversarie e dove possiamo migliorare nel nostro stile di gioco. Dobbiamo fare in fretta e mettere in piedi una nazionale competitiva».

Articolo precedente
auderoSampdoria e Audero più vicini ma la Juve non lo perderà
Prossimo articolo
ferrero sampdoriaSampdoria, beffa Majer: «Vado alla Dinamo Zagabria»