Italia-Polonia, Szczesny sfida Bonucci e Bernardeschi: c’è un tabù da sfatare

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Italia-Polonia, Szczesny sfida Bonucci e Bernardeschi: c’è un tabù da sfatare negli scontri diretti tra i tre giocatori

Appuntamento internazionale per l’Italia in Nations League, con gli azzurri guidati dal ct Evani che sfideranno domani sera alle 20.45 la Polonia al Mapei Stadium. Scontro d’alta classifica nel Gruppo 1, guidato proprio dalla Nazionale polacca a quota 7 punti. Seguono gli azzurri ad una lunghezza di distanza, con il match di domani che potrebbe significare tanto a livello di qualificazione.

L’incontro di Reggio Emilia metterà di fronte anche uno spicchio di Juventus: Wojciech Szczesny da un lato, Leonardo Bonucci e Federico Bernardeschi dall’altro. Punto interrogativo legato alla presenza in campo del difensore, che potrebbe dare forfait a causa di qualche acciacco fisico. Ora compagni di club, prima avversari: ecco com’erano andate le sfide in passato tra i tre giocatori.

Szczesny contro Bonucci: i testa a testa tra i due giocatori

Sono quattro i precedenti che legano Wojciech Szczesny e Leonardo Bonucci da avversari. Si parte dalla stagione 2015/2016, quando il portiere vestiva la maglia della Roma e il difensore era ben saldo nella retroguardia a tre della Juventus. Il 30 agosto 2015, alla seconda di campionato, i giallorossi si imposero 2-1 grazie alle reti di Pjanic e Dzeko. Inutile, ai fini del risultato, il primo gol di Paulo Dybala… In quell’occasione Szczesny disputò 90′ così come Bonucci, nella retroguardia a tre insieme a Caceres e Chiellini. La vendetta fu servita al ritorno, quando Paulo Dybala decise con una sua perla l’incontro dell’Allianz Stadium del 24 gennaio 2016. Clean sheet per Buffon e per la difesa Juve, capitanata da Bonucci, Barzagli e Chiellini per tutti i 90′, mentre Szczesny fu trafitto proprio dal gioiello argentino.

Stesso risultato, ma diverso marcatore l’anno successivo. Nel 2016/2017, precisamente il 17 dicembre, la Roma di Szczesny fece visita alla Juventus di Bonucci. In quell’occasione il difensore non scese in campo, mentre il portiere venne fulminato dal gol vittoria messo a segno da Gonzalo Higuain. Al ritorno, invece, a Scudetto ormai cucito sul petto, la Juve uscì dal campo dell’Olimpico sconfitta per 3-1 il 14 maggio 2017 (reti di Lemina, De Rossi, El Shaarawy e Nainggolan). In quel caso, sia Szczesny e sia Bonucci disputarono tutto l’incontro.

Szczesny-Bernardeschi: un solo ‘sorriso’ da avversari per l’esterno bernardeschi

Non sorride a Federico Bernardeschi il bilancio da avversario contro Wojciech Szczesny. Dal 2015 al 2017, i due giocatori si sono affrontati quattro volte nei testa a testa tra Fiorentina e Roma. Si parte il 25 ottobre 2015, quando la Roma viola le mura del Franchi, imponendosi per 2-1 grazie a Salah e Gervinho. Reazione tardiva dei viola firmata Babacar… In 90′, Bernardeschi non riuscì ad impensierire Szczesny. Caporetto Fiorentina anche al ritorno, quando la Roma si impose per 4-1 nel segno di El Shaarawy, Salah (doppietta) e Perotti, con Ilicic che rese meno amaro il passivo. 90′ per Szczesny e Bernardeschi, con una prestazione opaca per l’esterno viola.

L’unico sorriso di Berna è datato 18 settembre 2016. Fiorentina-Roma al Franchi termina 1-0, con la firma di Badelj a centrare i tre punti per i giallorossi. Fulminato Szczesny nell’arco della sua partita, mentre Bernardeschi entrò in campo al 19′ del secondo tempo. A completare il bilancio è il poker inflitto dai giallorossi ai viola il 7 febbraio 2017. 4-0 all’Olimpico griffato Dzeko, Fazio, Nainggolan e Dzeko. 75′ per Bernardeschi, che in oltre un’ora di gioco non riuscì ad impensierire il polacco.

Dal 2017 i tre sono compagni di squadra alla Juventus, e hanno resettato i duelli personali. In Nazionale, però, il conto è ancora in sospeso: all’andata in Nations League è stato Fabianski ad occupare i pali della porta polacca, con la gara di ritorno che riproporrà un testa a testa come ai vecchi tempi tra questi giocatori…

LEGGI ANCHE: Caprioli (Canal+): «Cristiano Ronaldo al Psg, ecco la verità» – ESCLUSIVA

Condividi