Assalto alla Champions con il DNA della Juve: fino alla fine!

Nessuna voglia di sentir parlare di fallimento: la Juve affronta l’Atletico puntando a ribaltare il risultato e passare il turno

(Giovanni Albanese inviato all’Allianz Stadium) Non è la partita dell’anno. Per una squadra che punta ad arrivare in fondo alla Champions League, la gara di ritorno degli ottavi finali non può essere considerata tale. E poco importa se l’Atletico Madrid si presenta all’Allianz Stadium forte del vantaggio di 2-0 della gara d’andata. D’altronde, come ha ammesso lo stesso Simeone, ogni partita ha una storia a sé.

Determinazione bianconera: fino alla fine!

«Abbiamo obiettivi talmente importanti che non ci curiamo di quello che fanno gli altri» ricorda Giorgio Chiellini, che spera di portare bene alla Juve in occasione della sua partita numero 500 con la maglia bianconera: «Tutte le ricorrenze precedenti sono state partite speciali – ammette il capitano -, spero che domani sia altrettanto». La convinzione di poter ottenere il miglior risultato, e proseguire il percorso europeo, giunge dalla voglia di approcciarsi al match in maniera completamente diversa rispetto al Wanda Metropolitano. «Dovremo tirare fuori quello che abbiamo dentrochiarisce AllegriNon dobbiamo fermarci alle difficoltà per 90′ o per 120′. Tutti devono dare il 100%, il massimo di quello che è in grado di fare. Dovremo uscire dal campo senza rimpianti».

«Fallimento? Non ci scalfisce minimamente»

Non sarà, dunque, una questione di uomini, di difesa a tre o a quattro. Quanto di come la formazione di Allegri cambierà la rotta rispetto al match dell’andata. «All’andata la squadra ha fatto un buon primo tempo. Dopo la traversa di Griezmann, ci siamo rilassati perché abbiamo pensato di aver scampato il pericolo – conferma Allegri -. La differenza è stata quella, e domani dovremo mettere in campo le nostre caratteristiche». Ecco perché, in qualunque modo andranno le cose, parlare di fallimento in questo momento appare abbastanza fuoriluogo. Avverte Chiellini: «Non ci scalfisce minimamente. Abbiamo grande voglia e abbiamo la volontà di passare il turno per arrivare fino alla fine. Chi è qui è abituato alla pressione. Domani servirà entusiasmo ed elettricità per vivere una serata magica».