Juve-Brescia: le tre cose che non hai notato

dybala juve
© foto www.imagephotoagency.it

Juve Brescia: le tre cose che non hai notato del match dello Stadium. Gli episodi più curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Juve-Brescia: le tre cose che non hai notato. Oltre la vittoria, oltre l’assenza di Cristiano Ronaldo. Tre episodi sfuggiti all’attenzione dei più.

1. Rabiot, occhio al cameraman!

È il minuto 67 quando un caparbio Adrien Rabiot, nel tentativo (riuscito) di strappare il pallone a Mario Balotelli, finisce per franare addosso a un cameraman a bordo campo. Ciak, si gira!

2. Torna Chiellini: è contento anche Balotelli

Torna Chiellini, tutto lo Stadium in piedi per applaudire. È contento anche Balotelli che saluta il capitano bianconero con una stretta di mano e un occhiolino. Un po’ di fair-play non guasta, poi di nuovo giù di sportellate. Quasi amici.

3. Dybala bacchetta i tifosi: basta fischi

Gemma su punizione di Paulo Dybala, che dopo l’esultanza ha però qualcosa da dire ai tifosi dello Stadium. Troppi fischi per alcuni dei giocatori di Sarri: Paulo lo fa notare mimandone il gesto e facendo cenno di no con la mano. Leader.

Condividi