Connettiti con noi

News

Juve Inter: le tre cose che non hai notato

Pubblicato

su

Juve Inter: le tre cose che non hai notato del match dello Stadium. Gli episodi curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Juve-Inter: le tre cose che non hai notato, rispettivamente nel pre, durante e nel post gara. Oltre alla prima sconfitta in campionato del 2022, oltre alle speranze ormai nulle di lottare ancora per il grande obiettivo scudetto.

1. Dybala assorto tra i suoi pensieri

Sono state due settimane davvero complicate per l’attaccante argentino che, dopo la rottura definitiva con la dirigenza sul fronte rinnovo, si è davvero visto crollare il mondo addosso. E mentre nel riscaldamento prima della gara scorrevano sui maxi-schermi le immagini della storia della Juventus, di cui anche lo stesso Dybala è consapevole di fare parte, l’argentino di tanto in tanto volgeva il naso all’insù, come a ripensare a questi sette anni che, tra alti e bassi, lo hanno visto crescere e affermarsi ad alti livelli. E chissà a cosa pensava realmente Dybala nel guardare quelle immagini che, tra un paio di mesi o poco più, non saranno altro che uno dolce ricordo.

2. Allegri incontenibile a bordocampo

Una sfuriata delle sue, con cui ha attirato su di sé ancora una volta gli occhi dei tifosi presenti in tribuna e delle telecamere nei suoi paraggi. Massimiliano Allegri si è lasciato andare ancora una volta, come era avvenuto nell’ormai celebre pomeriggio di Carpi di qualche anno fa. Questa volta il tecnico non ce l’aveva con i suoi ragazzi, autori peraltro di una grande partita, ma con il quarto uomo. Oggetto della animata reazione la ripetizione del calcio di rigore di Calhanoglu: dopo la decisione di Irrati, Allegri ha gettato al vento la sua giacca per la rabbia.

3. In cinque sotto la curva

Solitamente è un rito che coinvolge tutta la rosa e che trova sempre il suo spazio tra il triplice fischio del direttore di gara e il ritorno negli spogliatoi dei calciatori. Oggi invece, soltanto in cinque l’hanno rispettato in una notte che inevitabilmente lascia dell’amaro in bocca a tifosi e calciatori. Al termine del derby d’Italia, soltanto Dybala, De Ligt, Szczesny, Pinsoglio e Danilo sono andati a salutare i tifosi: come ovvio che sia nessuna corsa festosa verso la curva, ma soltanto un rapido saluto e ringraziamento nei confronti di un pubblico che, anche questa sera, non ha fatto mancare il proprio supporto.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.