Connettiti con noi

News

Pagelle Juve-Milan: Benatia giganteggia, ma quanto è forte Douglas?

Pubblicato

su

Juve-Milan, le pagelle della finalissima di Coppa Italia dello Stadio Olimpico di Roma: Benatia giganteggia, Dybala incanta, ma Douglas Costa è fenomenale

BUFFON 6.5 – Si congeda anche dalla Coppa Italia. E lo fa alla sua maniera: da vincente.

CUADRADO 6 – Nel primo tempo va in sofferenza con Calhanoglu, che lo mette in grandissima difficoltà. Se la cava come può, adattandosi a ricoprire un ruolo palesemente non suo. E per questo merita almeno un applauso di incoraggiamento.

BARZAGLI 6.5 – Primo tempo di sofferenza, ripresa in scioltezza. Meritava questa Coppa Italia, da protagonista, come sempre. E se l’è presa.

BENATIA 7.5 – Sempre attento in marcatura, sempre preciso anche in impostazione. La doppietta è un premio del destino, che lo ripaga dell’errore commesso nello scontro diretto in campionato contro il Napoli.

ASAMOAH 6.5 – Diligente all’inverosimile. Se fosse uno studente sarebbe il secchione della classe, quello che anche nelle verifiche a sorpresa non prende mai l’insufficienza.

KHEDIRA 7 – Eccellente, come poche altre volte negli ultimi mesi prende per mano la squadra nella ripresa. E la sua presenza si sente, eccome.

PJANIC 6.5 – Non eccelle, ma corre come un dannato. E stravince il duello con Locatelli, che diventa ogni minuto più piccolo di fronte al gigantesco bosniaco (43′ st MARCHISIO NG).

MATUIDI 6.5 – Non sarà bellissimo da vedere, ma quanti polmoni ha quest’uomo?

DOUGLAS COSTA 8 – Fa il diavolo a quattro. Dal primo all’ultimo minuto in cui resta in campo. Mette a ferro e fuoco la difesa del Milan con accelerazioni da fenomeno. Sul gol viene aiutato da Donnarumma, ma la sua prova resta superlativa. Ma che affare ha fatto la Juve a prenderlo a 40 milioni di euro? (27′ st BERNARDESCHI 6)

MANDZUKIC 6.5 – Si danna come un leone, come nelle sue partite di maggior spessore. Anche lui è tornato ad esprimersi su livelli da top player.

DYBALA 7 – Ispirato come poche altre volte quest’anno. Le tenta tutte per segnare, ma trova sempre un Donnarumma attentissimo. Ma questa Joya, quando gioca così, è insostituibile (37′ st HIGUAIN NG).

ALL. ALLEGRI 7.5 – Tiene fuori Higuain. Rispolvera Benatia. E alla fine cosa succede? Che ha sempre ragione Max. Giù il cappello di fronte ad un allenatore ancora una volta straordinario.