Juve, opzione Neto come pedina di scambio per arrivare a De Sciglio

de sciglio
© foto www.imagephotoagency.it

La situazione legata al rinnovo di contratto di Donnarumma sta spaventando la dirigenza rossonera, che sta già pensando ad un sostituto

La diatriba tra la dirigenza milanista guidata da Fassone e Mino Raiola, procuratore del portiere rossonero Gianluigi Donnarumma, sembra non essersi ancora placata: la distanza che c’è tra le parti, infatti, sta iniziando a preoccupare la società, tant’è che quest’ultima pare possa iniziare a muoversi nei prossimi giorni per cercare un sostituto che possa difendere i pali della porta del Milan la prossima stagione.

IPOTESI NETO – A Donnarumma, chiaramente, le offerte non mancano: secondo il Messaggero, infatti, Real Madrid, Manchester United e Psg stanno seguendo da vicino gli sviluppi della vicenda e sembrano intenzionati a sferrare il colpo decisivo nel caso in cui l’accordo tra il giovane portiere e il Milan non si verificasse. Ecco perché il Diavolo non vuole stare con le mani in mano e sta vagliando altre piste, specialmente quella che conduce all’estremo difensore bianconero Neto, separato in casa Juve che l’ha definitivamente accantonato acquistando Szczesny.

INTRIGO DE SCIGLIO – Il feeling tra la Juventus e Neto non è mai sbocciato in questi due anni trascorsi a Torino dal portiere brasiliano ed è quindi certo l’addio di quest’ultimo in estate. Le offerte stanno arrivando anche dalla Premier, specialmente dall’Everton, ma a Marotta potrebbe interessare di più inserire Neto in una trattativa col Milan: non dimentichiamoci, infatti, che la Juventus è sulle tracce di De Sciglio, giocatore stimato da Allegri e che potrebbe arrivare a Torino con più possibilità se nella trattativa venisse inserito l’ex numero 1 della Fiorentina. 

Articolo precedente
cuadradoJuve attiva anche nel mercato in uscita: Cuadrado ai saluti?
Prossimo articolo
douglas costaBayern, prezzo fissato per Douglas Costa: la Juve cerca l’intesa