Juve come il Real Madrid, alla prova del San Paolo

morata
© foto www.imagephotoagency.it

Il tipo di match giocato dalla Juve al “San Paolo” presenta forti analogie con la gara di Champions Napoli-Real Madrid

La Juve ha giocato male? Solo catenaccio e calcio speculativo? Contro il Napoli però anche un’altra big europea si è comportata in maniera pressoché analoga. Le statistiche (fonte Opta Paolo) dicono che Juventus e Real hanno praticamente giocato una partita identica al “San Paolo”. Bisogna in questo caso mettere a confronto il primo tempo di Napoli-Real Madrid con la seconda frazione di gara di Napoli-Juve. 54% di possesso palla dei partenopei contro i galacticos e soprattutto 13 tiri verso la porta (e un gol). Il Real Madrid non subiva così tante conclusioni in una partita di Champions da quattro anni, era il novembre 2013. E 13 sono anche i tiri subiti dai bianconeri durante il secondo tempo della sfida al “San Paolo”. La Juventus contro il Napoli ha inoltre effettuato meno tocchi in area avversaria in assoluto, solo 3. Per non parlare dell’unica punta Gonzalo Higuain che ha concluso la gara senza aver mai toccato nessun pallone all’interno dell’area napoletana. Insomma alla prova del “San Paolo” Juve e Real Madrid prendono lo stesso voto.

Articolo precedente
pjacaPjaca “sopraffatto”, iniziata la riabilitazione a Villa Stuart
Prossimo articolo
cuadradoÈ Cuadrado l’MVP bianconero del mese di marzo eletto dai tifosi Member