Juve, senti Neto: «A Torino non ero contento»

neto
© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere brasiliano attualmente in forza al Valencia ha svelato alcuni retroscena interessanti ai microfoni di Fox Sports

Le prestazioni, tra gli altri, di Norberto Neto e Simone Zaza stanno facendo volare il Valencia in classifica. La squadra allenata dal tecnico Marcelino, infatti, occupa la seconda posizione in Liga ed è a soltanto quattro lunghezze di ritardo dal Barcellona.

LE PAROLE DI NETO – Tra i protagonisti di questo ottimo cammino c’è, come già anticipato, l’ex portiere della Juventus Neto che, ai microfoni di Fox Sports, non ha speso di certo parole d’elogio in merito all’esperienza biennale appena trascorsa in bianconero: «Alla Juventus ho vissuto due anni in cui non ero contento. Non sentivo la mia fiducia nei confronti e non mi è mai stata concessa neanche la minima speranza di poter giocare titolare: non credevo di poter scavalcare Buffon nelle gerarchie ma, non essendo praticamente mai stato a contatto con il campo, non avrei mai potuto far venire neanche il minimo dubbio nella testa del mister». I problemi, tuttavia, non sono stati affatto con il numero 1 della Juventus, anzi: «Gigi è un punto di riferimento – conclude Neto – perché parla, ti sprona e ti insegna. Ho capito che cosa significa essere un leader in gruppo: dire la cosa giusta al momento giusto».