Juve e quella «trappola» dopo la sosta: Pirlo vuole assolutamente evitarlo

© foto www.imagephotoagency.it

Juve e quella «trappola» dopo la sosta: Andrea Pirlo vuole assolutamente evitarlo dopo l’interruzione per gli impegni delle Nazionali

Countdown attivato in casa Juve in vista della sfida di sabato sera contro il Crotone, quando i bianconeri saranno ospiti della squadra di Stroppa alle 20.45 allo Stadio Ezio Scida. La squadra di Andrea Pirlo non ha disputato l’ultimo incontro, annullato vista l’assenza del Napoli all’Allianz Stadium.

Ma a ‘preoccupare’ sono sempre le incognite relative al post sosta, dopo i rientri dei calciatori dagli impegni con le rispettive Nazionali. La positività al Coronavirus di Cristiano Ronaldo, i problemi riscontrati da Ramsey e Dybala con Galles e Argentina sono tre note da mettere in conto in vista del match di sabato. Facendo un tuffo nel passato, ecco alcune partite dal valore significativo disputate dalla Juventus dopo la sosta.

Juventus-Parma 1-4: 6 gennaio 2011 del neri

Era il 6 gennaio 2011, e la Juventus di Luigi Delneri ospitava il Parma allo Stadio Olimpico. Prima partita dopo la pausa natalizia, e bianconeri ‘puniti’ con una sonora sconfitta. L’infortunio dopo pochi minuti di Fabio Quagliarella (trascinatore in quella stagione) ridisegnò subito le carte in tavola, con il 4-1 finale che segnò la lenta decrescita in quella stagione della Vecchia Signora. Parma nel segno degli ex bianconeri, con Giovinco (doppietta) e Palladino che calarono il poker insieme al rigore di Hernan Crespo. Per la Juve inutile ai fini del risultato la rete di Legrottaglie.

Juventus-Lazio 1-2: 14 ottobre 2017

Dopo aver perso la Supercoppa proprio contro la Lazio in estate, la Juve cadde sotto i colpi della squadra di Inzaghi anche al rientro dopo la sosta. Era il 14 ottobre 2017, e il ko all’Allianz Stadium segnò un nuovo record, visto che erano due anni che nessuna squadra riusciva a violarne le mura. Fu Douglas Costa a siglare il vantaggio juventino, illudendo i tifosi di una vittoria ormai certa…

La legge dell’ex, anche in questo caso, non perdonò i bianconeri… Ciro Immobile si prese la scena con una doppietta decisiva, ribaltando il risultato e fissando il punteggio finale sul 2-1 biancoceleste. Nel finale, poi, Paulo Dybala fallì l’appuntamento col pareggio, venendo ipnotizzato dal dischetto da Strakosha.

Sampdoria-Juventus 3-2: 19 novembre 2017

Nella stagione 2017/2018, la Juventus di Massimiliano Allegri incappò in un’altra sconfitta post sosta, questa volta in trasferta a Marassi contro la Sampdoria. Fu una doccia fredda per i bianconeri, che dovettero alzare bandiera bianca al cospetto della sesta vittoria consecutiva in casa dei blucerchiati. Una rimonta iniziata tardi per la Vecchia Signora, che si arrese con il punteggio finale di 3-2.

Il copione fu presto scritto: Zapata, Torreira e Ferrari incisero per tre volte l’egemonia Samp sull’incontro, indirizzando in maniera definitiva l’epilogo del match in binari blucerchiati. Tardiva, come detto, la reazione della Juve, con Higuain al 91′ e Dybala al 93′ che alimentarono soltanto i rimpianti sul match.

Juventus-Genoa 1-1: 20 ottobre 2018

Non andò meglio nell’ottobre 2018, quando dopo la pausa Nazionali fu il Genoa il primo ospite della Juve all’Allianz Stadium. I bianconeri arrivavano da otto vittorie consecutive, con il match contro il Grifone designato per centrare il nono successo di fila. L’epilogo, però, fu tutt’altro che in linea con il copione della vigilia…

Cristiano Ronaldo sigillò il vantaggio nel primo tempo, indirizzando in discesa il match per la squadra di Massimiliano Allegri. Il fulmine a ciel sereno arrivò nella ripresa, quando un calo di concentrazione della difesa lasciò libero di colpire in area Bessa, che fissò il risultato sull’1-1 definitivo.

Juventus-Milan 1-0: 16 gennaio 2019 Cristiano Ronaldo

Partì bene, invece, nel gennaio 2019 la Juve dopo la pausa natalizia. Primo avversario il Milan, che contese la Supercoppa italiana alla squadra di Massimiliano Allegri. Lo spettacolo del calcio italiano esportato in Arabia Saudita, con la finale che sorrise alla Juventus, vittoriosa per 1-0. Il marchio decisivo nell’ipoteca dell’incontro lo posò Cristiano Ronaldo, che regalò il successo bianconero e riscrisse un precedente importante dopo la sosta.

Atletico Madrid-Juventus 2-2: 18 settembre 2019

Vetrina in Champions League che segnò una notte importante per la Juventus di Maurizio Sarri. Al Wanda Metropolitano, infatti, i bianconeri non uscirono ridimensionati anzi, andarono ad un passo dal compiere lo scatto matto nella terra dei Colchoneros. Un pareggio importante, dopo la sosta, che risultò fondamentale per il passaggio del turno della Vecchia Signora da prima della classe. Cuadrado e Matuidi segnarono l’uno-due micidiale dei bianconeri, con Savic che accorciò le distanze ed Herrera nel finale fissò il risultato sul 2-2.

LEGGI ANCHE: Juve, Pirlo riparte da loro dopo la sosta: tre buone notizie lo fanno sorridere

Condividi