Juve, stavolta non puoi sbagliare: a Cardiff per scacciare l’incubo delle finali

juve
© foto Massimo Pinca

Il 3 giugno la Juventus affronterà la nona finale della sua storia nella massima competizione europea: l’avversario sarà il Real Madrid ed i numeri non sono a nostro favore

Grazie ad uno straordinario Cristiano Ronaldo nella gara d’andata ed al gol costruito dal tandem Isco-Benzema in occasione del match di ritorno, il Real Madrid ha strappato il biglietto per Cardiff, dove il 3 giugno al Millennium Stadium affronterà la Juventus e proverà a bissare il trionfo dell’anno scorso quando, nella finale di San Siro contro l’Atletico Madrid, la squadra di Zidane ha ottenuto l’undicesima Champions League/Coppa dei Campioni della sua storia.

UN INCUBO DA CUI SVEGLIARSI – Storicamente, purtroppo, la Juventus non ha trovato mai grande fortuna nelle finali. I bianconeri, infatti, ne hanno perse ben sei delle otto disputate riuscendo ad avere la meglio sull’avversario soltanto nel 1985 contro il Liverpool e nel 1996 a Roma contro l’Ajax. E la ferita dell’ultima sconfitta è ancora fresca, perché basta tornare indietro di due anni, quando la squadra di Allegri venne sconfitta dal Barcellona con il punteggio di 3-1 a Berlino. Discorso sui numeri completamente diverso, invece, per i Blancos: con ben 11 trofei in bacheca, infatti, la compagine madrilena è la squadra più titolata nella competizione ed inoltre ha perso soltanto tre finali su 14 in totale a cui ha partecipato.

CREDERCI, SEMPRE – Il 3 giugno, però, la storia deve cambiare. La Juventus, infatti, ha dimostrato in questa stagione di meritarsi finalmente la Champions League e c’è anche qualche dato in suo favore. Sebbene l’ultimo confronto in finale tra Real e Juventus abbia visto gioire gli spagnoli nel 1998, infatti, negli altri scontri diretti in Champions del nuovo millennio, i bianconeri hanno sempre avuto la meglio: nel 2003 e nel 2015, infatti, le merengues sono state eliminate in semifinale, mentre nel 2005 la formazione allora allenata da Capello eliminò quella di Luxemburgo agli ottavi di finale. Inoltre, un’altra statistica confortante riguarda il fatto che dal 1992 (anno in cui alla massima competizione europea fu assegnata la denominazione “Champions League”) ad oggi, nessuna squadra è riuscita a salire sul tetto d’Europa per due anni di fila: l’obiettivo della Juve, quindi, è che questo dato non venga smentito.

Articolo precedente
BonucciBonucci è il difensore più forte del mondo: ecco chi lo stabilisce
Prossimo articolo
pjanic samp-juveLa Juve carica i tifosi in vista della gara contro la Roma – VIDEO